Muos. Fava: “Balletto indecente: da che parte stanno Musumeci e i M5S?”. Orlando, Anci: “Posizione Governo fatto grave”

Sui nuovi lavori in cantiere per il Muos di Niscemi in Sicilia scoppia la terza grana che incendia gli animi degli attivisti Cinquestelle in tutta Italia sui temi dell’impatto sull’ambiente provocato dalle grandi infrastrutture.

Dopo Tap e la Tav, gli scontri sul gasdotto pugliese e la ferrovia Torino-Lione ad alta velocità, tocca alla stazione Muos (acronimo di ‘Mobile User Objective System’, la rete satellitare megaradar americana gestita dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti) a circa 60 km dalla Base aerea Nato e Naval Air Station Sigonella.
L’impianto Muos in costruzione si trova in una località nella riserva naturale della Sughereta di Niscemi, città tra Gela e Caltagirone, nella ex provincia di Caltanissetta.
Gli attivisti M5S, con in testa il no-Muos Giampietro Trizzino, deputato Cinquestelle dell’Assemblea regionale siciliana, si sono sempre detti favorevoli allo smantellamento della base.

Muos, Fava: “Chi autorizza i lavori?”

Claudio Fava
Claudio Fava

“Sul MUOS continua un indecente balletto”, dichiara Claudio Fava, parlamentare e presidente Commissione Antimafia Ars. “Mentre a parole si afferma di voler intervenire per avviare la dismissione della base di Niscemi, gli atti amministrativi vanno nella direzione opposta.”
Claudio Fava si riferisce alla “richiesta formulata dal Ministero della Difesa, per conto del comando della US Navy, per nuovi lavori di manutenzione straordinaria all’interno della base. Richiesta formulata al Comune di Niscemi ed alla Regione Siciliana e di cui poco si è saputo e ancor meno parlato.”

“Al presidente Musumeci, che in più occasioni aveva dichiarato la contrarietà all’opera, ed al Movimento 5 Stelle, che ora ha la responsabilità del governo del Paese, chiediamo di decidere una volta per tutte da che parte stare. Per questo abbiamo depositato una mozione – che chiediamo venga rapidamente discussa – affinché l’Assemblea Regionale Siciliana si esprima contro le autorizzazioni a nuovi lavori nella base e chieda ai Governi regionale e nazionale, ciascuno per le proprie responsabilità, di smantellare il Muos”.

MUOS. Orlando “Posizione del Governo è fatto grave”

Leoluca Orlando
Leoluca Orlando

“Il sostegno del Governo nazionale, con atti formali del Ministero della Difesa, alla realizzazione del MUOS è un fatto grave”, dichiara Leoluca Orlando, sindaco metropolitano di Palermo e presidente Anci Sicilia.
“Rappresenta infatti un attacco al diritto dei cittadini e degli Enti locali ad essere attori nei processi decisionali che li riguardano ed una negazione della vocazione pacifica della Sicilia, la cui posizione strategica deve essere spunto per promuovere azioni di pace e dialogo e non per nuove strutture e interventi militari”.

Jose Marano

Made in Sicily, la tecnologia Blockchain un’incredibile opportunità

La deputata Ars Jose Marano, firmataria di una proposta di legge sulla tracciabilità agroalimentare attraverso la Blockchain, martedì 13 novembre a Milano all’evento organizzato da Davide Casaleggio B2B sul futuro digitale del business tra aziende: come la Blockchain rivoluzionerà il ...
Leggi Tutto
Il Golfo di Mondello, Palermo

A Genova il convegno nazionale Unicom sul marketing della destinazione

I Travel Marketing Days, in programma a Genova dal 22 al 25 novembre, con l’organizzazione di Studiowiki e la direzione scientifica di Roberta Milanosono, un evento che ha come tema principale il marketing del turismo, ogni anno declinato su differenti ...
Leggi Tutto
FullTimeSubito incontra ministro Villarosa

Comitato lavoratori postali: “Felici per crescita Poste Italiane. Fondamentali impegno, professionalità e sacrifici dei lavoratori”


Nato in Sicilia a giugno dopo che azienda e sindacati hanno sottoscritto un discusso accordo sulle politiche attive del lavoro, il comitato "#FullTimeSubito per i lavoratori postali" è diventato promotore di un grande movimento di protesta che sta iniziando a ...
Leggi Tutto
cantieri

Tutti i cantieri edili siciliani, domani si fermeranno in memoria delle vittime del maltempo nell’Isola

Morte per incuria, per il mancato rispetto delle regole e per la lentezza nella messa in sicurezza del territorio. Cgil, Cisl e Uil: “Far partire subito i cantieri per la prevenzione del rischio idrogeologico e quelli per le infrastrutture siciliane” ...
Leggi Tutto