Trapani-Birgi, subito fusione con aeroporto Palermo. Chiesto incontro urgente a Musumeci con tutti i Sindaci

Si è svolta ieri, presso la sede del Distretto turistico della Sicilia occidentale una riunione alla presenza del prefetto di Trapani, che ha acceso i riflettori sulla situazione dell’aeroporto di Birgi. Con l’intento di far svolgere un ruolo di collante e di cabina di regia al Distretto Turistico, così come sottolineato dal vice presidente del Distretto, Gregory Bongiorno, “torniamo a chiedere al presidente della Regione un incontro con tutti i Sindaci per conoscere tempi e modalità della fusione con l’aeroporto di Palermo, pronti ad ogni azione concreta a salvaguardia del territorio e del suo sviluppo”.

Queste le parole del presidente del Distretto Turistico, Giuseppe Pagoto, che nonostante confidi nel bando in corso di aggiudicazione per far incrementare il traffico su Trapani Birgi, è consapevole che “da solo non basterà per far raggiungere al territorio e allo scalo i numeri necessari e auspicati”. Una riunione abbastanza proficua, nel corso della quale è emersa la necessità di rilanciare una nuova strategia progettuale che faccia sistema tra tutti gli attori coinvolti ed avviare un piano di promozione condiviso.

Tra i punti più salienti emersi dal confronto, la necessità che tutti i sindaci confermino nei bilanci pluriennali le risorse previste per il co-marketing e la promozione del territorio, al fine di essere pronti ad effettuare e a condividere azioni ad integrazione previste dal bando in corso di aggiudicazione; l’esigenza di chiedere il recupero delle risorse del ristoro della guerra in Libia, e il potenziamento dei collegamenti fra i due aeroporti di Trapani e Palermo a mezzo pullman, soprattutto per garantire la mobilità dei turisti tra Punta Raisi e il territorio della provincia di Trapani. Al fine di coordinare la gestione di tutte le azioni previste con coinvolgimento degli operatori turistici privati, sia singoli che riuniti in rete d’impresa e in accordo con le forze sindacali e sociali del territorio della provincia, il Distretto turistico della Sicilia occidentale, in assenza di altri soggetti interessati, ha infine manifestato la disponibilità a farsi carico del coordinamento per centrare un obiettivo ormai improcrastinabile.

Jose Marano

Made in Sicily, la tecnologia Blockchain un’incredibile opportunità

La deputata Ars Jose Marano, firmataria di una proposta di legge sulla tracciabilità agroalimentare attraverso la Blockchain, martedì 13 novembre a Milano all’evento organizzato da Davide Casaleggio B2B sul futuro digitale del business tra aziende: come la Blockchain rivoluzionerà il ...
Leggi Tutto
Il Golfo di Mondello, Palermo

A Genova il convegno nazionale Unicom sul marketing della destinazione

I Travel Marketing Days, in programma a Genova dal 22 al 25 novembre, con l’organizzazione di Studiowiki e la direzione scientifica di Roberta Milanosono, un evento che ha come tema principale il marketing del turismo, ogni anno declinato su differenti ...
Leggi Tutto
FullTimeSubito incontra ministro Villarosa

Comitato lavoratori postali: “Felici per crescita Poste Italiane. Fondamentali impegno, professionalità e sacrifici dei lavoratori”


Nato in Sicilia a giugno dopo che azienda e sindacati hanno sottoscritto un discusso accordo sulle politiche attive del lavoro, il comitato "#FullTimeSubito per i lavoratori postali" è diventato promotore di un grande movimento di protesta che sta iniziando a ...
Leggi Tutto
cantieri

Tutti i cantieri edili siciliani, domani si fermeranno in memoria delle vittime del maltempo nell’Isola

Morte per incuria, per il mancato rispetto delle regole e per la lentezza nella messa in sicurezza del territorio. Cgil, Cisl e Uil: “Far partire subito i cantieri per la prevenzione del rischio idrogeologico e quelli per le infrastrutture siciliane” ...
Leggi Tutto