Amat, taglio di bilancio per 48 milioni, Sabrina Figuccia: “Sorprendente giravolta del presidente Cimino”

Il presidente Amat Cimino ha annunciato il taglio in bilancio di 48 milioni di euro, seguendo la direttiva del sindaco Orlando. 18 milioni corrispondono a chilometri mai fatti fino al 2014. Necessario nuovo contratto di servizio con il Comune di Palermo. Richiesti alla Regione Sicilia contributi per tram e biglietto unico ferroviario.

“Percorso di rilancio e nuove sinergie: sono le parole chiave del neo amministratore unico dell’Amat, Michele Cimino, dette ieri sera in Consiglio comunale, non prima però di avere stralciato le somme relative alla direttiva imperativa e vincolante del sindaco, che fa riferimento a decine di milioni di euro”, sottolinea Sabrina Figuccia, consigliere comunale dell’Udc, che prosegue: “Strano cambio di direzione quello del neo presidente, che, dopo pochi giorni dal suo insediamento, dichiarava di non essere disponibile a togliere preziose risorse all’azienda di via Roccazzo, facendosi forte di un parere di uno studio legale romano in aperto contrasto con quello dell’Avvocatura comunale e arrivando persino a voler portare la querelle in tribunale. Cimino, ieri invece, è apparso molto conciliante. Nel corso del suo intervento, inoltre, ha affermato che l’Amat non possiede né l’ufficio stampa né quello legale. Una dimenticanza probabilmente dovuta alla sua pochissima esperienza a capo dell’Amat, dove però esiste una Direzione affari legali che, ad occhio e croce, costerebbe almeno 500.000 euro annui, composta da un dirigente, un funzionario e altri quattro dipendenti. Inoltre, la Direzione affari legali dipende dalla quella amministrativa che ha un altro super dirigente. Ho fatto una richiesta agli atti per conoscere il contratto da direttore tram, l’affidamento delle funzioni da DG e tutti gli atti connessi alle proroghe. Mi auguro che i palermitani possano sapere al più presto come vengono spesi i loro soldi”.

Dal canto loro, i consiglieri di opposizione del Movimento 5 stelle dicono che lo stralcio di 48 milioni di euro dimezzerà il capitale sociale e porterà l’Amat a registrare un’enorme perdita di esercizio nel 2017. Il Comune però non potrà ripianare prima del 2019 le perdite, visto che prima dovrà essere presentato un nuovo piano industriale e di risanamento.

Arafet, cittadino italiano di origine tunisina morto ad Empoli

Arafet. Usb su morte del trentenne di origine tunisina durante un controllo di Polizia a Empoli

Arafet Arfaoui è morto d’infarto dopo essere stato fermato dalla Polizia, intervenuta in seguito all’alterco per un biglietto da 20 euro ritenuto falso con il proprietario di un money transfer, dove si era recato per inviare dei soldi alla sua ...
Leggi Tutto
Muos Niscemi

Cangemi, PCI: la lotta contro il MUOS continua

CGA dice sì al Muos. Dichiarazione di Luca Cangemi, segreteria nazionale del Partito Comunista Italiano La sentenza del Consiglio di Giustizia Amministrativa, che conferma l’autorizzazione a installare nel territorio di Niscemi la macchina di guerra e devastazione ambientale chiamata MUOS, non ...
Leggi Tutto
Parlami di musica...e non andare via, di Valentina Frinchi

Nuova edizione del libro “Parlami di musica…e non andare via”, dal Rock progressive al Jazz di Valentina Frinchi

È palermitana, classe '71, Valentina Frinchi, la "Signora degli eventi" che nel 2016 ha pubblicato il suo primo lavoro come scrittrice con la passione per la musica nel Dna. "Parlami di musica... e non andare via" - dal Rock progressive ...
Leggi Tutto
Fabio Citrano suca a Salvini

Fabio Citrano e il suca a Matteo Salvini, il fascicolo al consiglio di disciplina dell’Ordine dei giornalisti

Caso Citrano-Salvini al consiglio di disciplina, l'Odg Sicilia: maggiore continenza sui social Il Consiglio dell'Ordine dei giornalisti di Sicilia, riunito oggi a Palermo, ha deliberato l'invio al Consiglio di disciplina territoriale del fascicolo relativo al caso del collega Fabio Citrano ...
Leggi Tutto