Vento a 100 kmh: il bollettino di una Palermo piegata

Palermo piegata e spezzata dal vento. Nelle immagini degli alberi sradicati e dei rami cadute nelle strade e sopra le automobili c’è la sintesi perfetta di una giornata che difficilmente si potrà dimenticare.

Era prevista un’allerta meteo, arancione per l’esattezza, che avrebbe dovuto mettere in guardia dal pericolo a cui il capoluogo siciliano e molte altre città dell’isola andavano incontro.
Incautamente ha prevalso lo scetticismo, dopo tanti altri allarmi rivelatisi eccessivi. E poi, comunque, cosa fare? Il massimo sarebbe stato rimanere chiusi in casa e non mandare i bambini a scuola perché non è in una notte che si possono creare quei sistemi di difesa che, in casi come quello odierno, partono ad esempio da un piano di monitoraggio e manutenzione del verde pubblico. È vero, a Palermo soffiava un vento atipico e non solo per la stagione. Le raffiche hanno superato i 100 km orari a Boccadifalco e li hanno sfiorati in pieno centro, ma il bollettino degli alberi piegati e dei rami spezzati supera ogni immaginazione. Da via Parlatore a via Furitano, da via Michelangelo a via Oreto e ancora viale Strasburgo, la Cala, viale Campania, via Abruzzi e Corso Calatafimi.
Già in altre circostanze si è evidenziato come la sicurezza del cittadino passi attraverso un sistema di manutenzione adeguato alle esigenze di una città non nuova a fenomeni meteo di questa rilevanza. La giornata di oggi sottolinea che questo è un tema che non può più rimanere chiuso in un cassetto.

Arafet, cittadino italiano di origine tunisina morto ad Empoli

Arafet. Usb su morte del trentenne di origine tunisina durante un controllo di Polizia a Empoli

Arafet Arfaoui è morto d’infarto dopo essere stato fermato dalla Polizia, intervenuta in seguito all’alterco per un biglietto da 20 euro ritenuto falso con il proprietario di un money transfer, dove si era recato per inviare dei soldi alla sua ...
Leggi Tutto
Muos Niscemi

Cangemi, PCI: la lotta contro il MUOS continua

CGA dice sì al Muos. Dichiarazione di Luca Cangemi, segreteria nazionale del Partito Comunista Italiano La sentenza del Consiglio di Giustizia Amministrativa, che conferma l’autorizzazione a installare nel territorio di Niscemi la macchina di guerra e devastazione ambientale chiamata MUOS, non ...
Leggi Tutto
Parlami di musica...e non andare via, di Valentina Frinchi

Nuova edizione del libro “Parlami di musica…e non andare via”, dal Rock progressive al Jazz di Valentina Frinchi

È palermitana, classe '71, Valentina Frinchi, la "Signora degli eventi" che nel 2016 ha pubblicato il suo primo lavoro come scrittrice con la passione per la musica nel Dna. "Parlami di musica... e non andare via" - dal Rock progressive ...
Leggi Tutto
Fabio Citrano suca a Salvini

Fabio Citrano e il suca a Matteo Salvini, il fascicolo al consiglio di disciplina dell’Ordine dei giornalisti

Caso Citrano-Salvini al consiglio di disciplina, l'Odg Sicilia: maggiore continenza sui social Il Consiglio dell'Ordine dei giornalisti di Sicilia, riunito oggi a Palermo, ha deliberato l'invio al Consiglio di disciplina territoriale del fascicolo relativo al caso del collega Fabio Citrano ...
Leggi Tutto