Gela, 25 milioni per riconversione e riqualificazione industriale. Impegno siglato al Mise

Siglato ieri a Roma nella sede del Ministero dello Sviluppo Economico, l’Accordo di Programma per l’attuazione del “Progetto di riconversione e riqualificazione industriale” (PRRI) dell’area di crisi industriale complessa di Gela.

Alla presenza del vicepremier Luigi Di Maio e dell’assessore per le Attività produttive Mimmo Turano in rappresentanza della Regione Sicilia, il progetto che coinvolge anche i ministeri dello Sviluppo economico, dell’Ambiente e delle Infrastrutture, l’Anpal, insieme alla Regione, al Libero Consorzio di Caltanissetta e il Comune di Gela prevede interventi per la promozione di iniziative imprenditoriali in grado di sostenere l’economia locale e tracciare traiettorie di sviluppo sostenibile e un’azione di promozione di servizi e misure di politica attiva finalizzata alla riqualificazione e al reimpiego dei lavoratori del bacino.

Mimmo Turano
Mimmo Turano, assessore alle Attività produttive della Regione Sicilia

Presenti anche Michele Dell’Orco, sottosegretario al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Antonio Tumminelli, Commissario straordinario del Libero consorzio comunale di Caltanissetta, Rosario Arena, Commissario straordinario del Comune di Gela e Domenico Arcuri, Amministratore delegato di Invitalia. Soddisfazione espressa dall’Assessore Turano che ha sottolineato come tale accordo, rappresentava una delle priorità che la giunta Musumeci si era posta già all’indomani dell’insediamento. L’impegno finanziario che ammonta complessivamente a 25 milioni di euro di cui 15 milioni stanziati dal Mise e 10 milioni dalla Regione Siciliana rende necessario, come ribadito dall’Assessore, l’apertura di uno sportello informativo a Gela per dare massimo diffusione e trasparenza sul programma di riconversione e riqualificazione industriale.

Arafet, cittadino italiano di origine tunisina morto ad Empoli

Arafet. Usb su morte del trentenne di origine tunisina durante un controllo di Polizia a Empoli

Arafet Arfaoui è morto d’infarto dopo essere stato fermato dalla Polizia, intervenuta in seguito all’alterco per un biglietto da 20 euro ritenuto falso con il proprietario di un money transfer, dove si era recato per inviare dei soldi alla sua ...
Leggi Tutto
Muos Niscemi

Cangemi, PCI: la lotta contro il MUOS continua

CGA dice sì al Muos. Dichiarazione di Luca Cangemi, segreteria nazionale del Partito Comunista Italiano La sentenza del Consiglio di Giustizia Amministrativa, che conferma l’autorizzazione a installare nel territorio di Niscemi la macchina di guerra e devastazione ambientale chiamata MUOS, non ...
Leggi Tutto
Parlami di musica...e non andare via, di Valentina Frinchi

Nuova edizione del libro “Parlami di musica…e non andare via”, dal Rock progressive al Jazz di Valentina Frinchi

È palermitana, classe '71, Valentina Frinchi, la "Signora degli eventi" che nel 2016 ha pubblicato il suo primo lavoro come scrittrice con la passione per la musica nel Dna. "Parlami di musica... e non andare via" - dal Rock progressive ...
Leggi Tutto
Fabio Citrano suca a Salvini

Fabio Citrano e il suca a Matteo Salvini, il fascicolo al consiglio di disciplina dell’Ordine dei giornalisti

Caso Citrano-Salvini al consiglio di disciplina, l'Odg Sicilia: maggiore continenza sui social Il Consiglio dell'Ordine dei giornalisti di Sicilia, riunito oggi a Palermo, ha deliberato l'invio al Consiglio di disciplina territoriale del fascicolo relativo al caso del collega Fabio Citrano ...
Leggi Tutto