Catania, presidio per la casa all’ex Mulino di Santa Lucia

Claudia Urzì, responsabile regionale di ASIA (Associazione Inquilini e Abitanti) USB Sicilia: “Dall’ ex ministro degli interni del PD Minniti al ministro leghista Salvini è guerra totale a chi, a causa della politica di tutti i governi che ha cancellato il diritto all’abitare, è stato costretto a occupare palazzi pubblici o privati abbandonati a loro stessi da decenni”.

ASIA-USB Catania partecipa alla manifestazione che si svolgerà domani davanti all’ex Mulino di Santa Lucia, per riaffermare il diritto all’abitare, per fermare gli sfratti, gli sgomberi e i pignoramenti, per chiedere l’attuazione di un Piano abitativo regionale e cittadino, per l’acquisizione e il recupero del patrimonio sfitto, lasciato al degrado. Un Piano che preveda il canone sociale.

“Vogliamo realizzare questo Piano abitativo”, continua Claudia Urzì, “attraverso l’utilizzo dei fondi ex-Gescal, quelli destinati all’Housing Sociale, i fondi derivati dagli attivi degli enti previdenziali pubblici, la destinazione annua prevista dalle entrate dello stato, delle regioni e dei comuni alla politica abitativa.
Inoltre, chiediamo la rifondazione dello IACP, che il governo Musumeci vuole abolire, per dare tutto in mano ai privati”.

USB-unione sindacale di base