Termina Expo internazionale Blue Sea Land 2018, arrivederci tra un anno per la presentazione della “Carta di Mazara”

Cala il sipario a Mazara del Vallo sulla VII edizione di Blue Sea Land-Expo dei Cluster del Mediterraneo e alla partecipatissima conferenza stampa di chiusura, tutte le autorità presenti hanno espresso piena soddisfazione per l’esito di una kermesse che, come ha sottolineato l’ambasciatore emerito Umberto Vattani, presidente della Venice International University, “ha lanciato un messaggio globale di dialogo attraverso la filosofia della blue economy”.

Dario Cartabellotta
Dario Cartabellotta

Un appuntamento, per il direttore generale del Dipartimento Pesca Mediterranea della Regione Sicilia, Dario Cartabellotta, durante il quale “non si è soltanto parlato ma data operatività ai progetti attraverso un viaggio tra mare e terra nella condivisione del modello del cluster”.

Entusiasta il sindaco Cristaldi, che ha annunciato l’impegno di presentare nella prossima edizione del Blue Sea Land la “Carta di Mazara” per la libera espressione delle religioni, delle arti e del pensiero. Soddisfatti anche gli ambasciatori dei Paesi partner, Tunisia e Burkina Faso, che hanno rivolto un caloroso ringraziamento alla famiglia del compianto presidente Giovanni Tumbiolo e agli organizzatori tutti, per una manifestazione che ha dato loro la possibilità di avviare contatti con diversi partner in svariati settori.

E a tracciare un bilancio dell’evento, il Presidente del Distretto, Nino Carlino che ha sottolineato come la presenza di “oltre 40 delegazioni presenti “ ha firmato il successo di una edizione, che ha permesso tra l’altro, di siglare accordi di una certa importanza, come quello con la Liberia, che consentirà ai nostri pescherecci di tornare a pescare in quei mari. Come da tradizione, la conclusione del Blue Sea Land, è stata accompagnata dall’Invocazione rotariana per la pace, una preghiera “che travalica le differenze tra popoli, culture e religioni diverse per promuovere il dialogo interreligioso e interculturale”. Un evento voluto fortemente da Giovanni Tumbiolo, e celebrato in quell’area che lo stesso Tumbiolo aveva chiamato “Piazza Blu”, fra la Moschea Ettakwa e la Chiesa di San Francesco, ove convivono cittadini di diversa nazionalità e religione.

L’appuntamento all’ottava edizione del Blue Sea Land, che si svolgerà dal 17 al 20 ottobre 2019, è stato rinnovato dall’Assessore Girolamo Turano, che ha ufficializzato l’impegno da parte della Regione a “promuovere e far diventare sempre più importante questa manifestazione”.