Emesso oggi il francobollo di Palermo capitale italiana della cultura

Presentato oggi al Palazzo delle Poste Centrali di Palermo, in via Roma, alla presenza del sindaco Leoluca Orlando e dell’assessore alla Cultura Andrea Cusumano, il francobollo di Palermo capitale della cultura

Poste Italiane ha comunicato ufficialmente l’emissione del francobollo da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, relativo al valore della tariffa B pari a 1,10 euro.
La vignetta raffigura, rispettivamente a sinistra e a destra, le chiese di Santa Maria dell’Ammiraglio, nota con la Martorana, e di San Cataldo. In alto, a destra, è riprodotto il logo di Palermo Capitale Italiana della cultura 2018, con le quattro “P”, prima lettera del nome della Città, nelle quattro lingue (latino, greco bizantino, arabo ed ebraico) utilizzate nella “Stele della Zisa“, l’iscrizione funebre cristiana datata 1149, custodita nel museo del Castello della Zisa, testimonianza della multietnicità della Palermo medievale.

Per gli appassionati di filatelia, l’annullo primo giorno di emissione è disponibile presso l’ufficio postale di Palermo Centro. Il francobollo ed i prodotti filatelici correlati, cartoline, tessere e bollettino illustrativo, possono essere acquistati presso gli Uffici Postali con sportello filatelico, gli “Spazio Filatelia” di Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Roma 1, Torino, Trieste, Venezia, Verona e sul sito poste.it.
Per l’occasione è stato realizzato anche un folder in formato A4 a due ante contenente il francobollo, una cartolina annullata e affrancata e una busta personalizzata, al costo di 12€.

Orlando alla presentazione del francobollo di Palermo capitale italiana della cultura 2018
Orlando alla presentazione del francobollo di Palermo capitale italiana della cultura 2018

“Negli ultimi anni Palermo ha fatto della propria dimensione mediterranea un punto di forza e della cultura dell’accoglienza e del rispetto dei diritti, di tutti e di ciascuno, la propria visione.
Una capitale del Mediterraneo, continente liquido, di pace e di diritti umani. Palermo è la città che è più cambiata culturalmente in Europa negli ultimi 40 anni. Altre città (come Berlino, Mosca e Praga) sono cambiate, ma in seguito a modifiche costituzionali e a vicissitudini internazionali. Palermo è cambiata e continua a cambiare senza che l’impianto costituzionale o statale sia mutato. Un cambiamento culturale, di innovazione tecnologica e di stili di vita.
Il nostro cambiamento è stato prima di tutto culturale: ieri Capitale della mafia soffocante e oggi, grazie a una rivolta etica fatta di coraggio civile, Capitale della Cultura. Lavoriamo però affinché Palermo non sia soltanto Capitale della Cultura ma Capitale delle Culture, delle altre culture, non solo cultura artistica, e delle culture altre, provenienti cioè da tutte le parti del mondo, grazie ai migranti che hanno scelto di vivere a Palermo.
La nostra città oggi vive, nella dimensione quotidiana e domestica, le differenze come ricchezza e come opportunità. Qui – ed è la nostra scelta irreversibile –- non vi sono migranti, chi arriva a Palermo diventa palermitano. Palermo assume così sempre più il ruolo di modello, dove la cultura è intesa nel suo essere elemento caratterizzante di un popolo e del suo relazionarsi con gli altri popoli. La coesistenza è prassi e quotidianità, non più e non solo progetto. Qui l’unica razza riconosciuta è la razza umana. “Io sono persona” indica, con la Carta di Palermo, la proposta di riconoscimento della mobilità internazionale come diritto umano inviolabile.
Cos’è la cultura? Cultura è convivenza delle diversità. In questa ottica Palermo si pone come faro nel Mediterraneo. Un mosaico la cui cornice è il rispetto dei diritti umani di tutti e di ciascuno. L’accoglienza è cifra culturale della città, radicata e stratificata in essa.
Cos’è la bellezza? La bellezza è armonia di etica e di estetica. Palermo capitale di culture, capitale di bellezze”.

Leoluca Orlando, sindaco di Palermo

Stele della Zisa, AD 1149
Stele della Zisa, anno 1149, con iscrizioni in quattro lingue: latino, greco bizantino, arabo ed ebraico.
Giuliana Puma, premiata a Palazzo Mazzarino

“Il cavaliere e la morte” vince il concorso 100 libri per una scuola, premiata Giuliana Puma del liceo Garibaldi di Palermo

"100 libri per una scuola" è il concorso riservato agli studenti medi superiori delle città di "Panorama d’Italia", il tour organizzato dal settimanale Panorama di Mondadori sulle realtà imprenditoriali vincenti del territorio, per incontrare le persone e dialogare con loro ...
Leggi Tutto
A tinte forti, Parco delle Madonie

“Quattro donne”. A Villa Sgadari, Petralia Soprana, presentazione del libro di Carla Garofalo

Petralia Soprana - Nella favolosa settecentesca Villa Sgadari, sabato 20 ottobre 2018, alle 17.30, si presenterà il libro "Quattro donne” di Carla Garofalo, Qanat Edizioni ed arti visive. Converseranno con l'autrice, la giornalista Maria Giambruno e la scrittrice Mari Albanese ...
Leggi Tutto
Teatro del Fuoco Kids

Inizia Teatro del Fuoco Kids, lo spettacolo con il fuoco ed il corso di teatro per i bambini

Il Teatro del Fuoco Kids, nato come sezione del Teatro del Fuoco International Firedancing Festival, ha lo scopo di stimolare le emozioni del bambino, si realizza per il periodo di autunno ed inverno 2018/19 da Elementi Creativi di via Tommaso ...
Leggi Tutto
Festa dell'accoglienza alla scuola Antonio Ugo a Palermo

Cresce l’indignazione per le parole di odio e intolleranza verso la Festa dell’accoglienza a Palermo

Non si placano le polemiche sorte in queste ore a seguito dell’articolo sul quotidiano “La Verità”, diretto da Maurizio Belpietro, con cui Francesco Borgonovo esprime il suo particolare punto di vista sulla Festa dell’accoglienza organizzata dalla scuola Antonio Ugo di ...
Leggi Tutto