Emesso oggi il francobollo di Palermo capitale italiana della cultura

Presentato oggi al Palazzo delle Poste Centrali di Palermo, in via Roma, alla presenza del sindaco Leoluca Orlando e dell’assessore alla Cultura Andrea Cusumano, il francobollo di Palermo capitale della cultura

Poste Italiane ha comunicato ufficialmente l’emissione del francobollo da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, relativo al valore della tariffa B pari a 1,10 euro.
La vignetta raffigura, rispettivamente a sinistra e a destra, le chiese di Santa Maria dell’Ammiraglio, nota con la Martorana, e di San Cataldo. In alto, a destra, è riprodotto il logo di Palermo Capitale Italiana della cultura 2018, con le quattro “P”, prima lettera del nome della Città, nelle quattro lingue (latino, greco bizantino, arabo ed ebraico) utilizzate nella “Stele della Zisa“, l’iscrizione funebre cristiana datata 1149, custodita nel museo del Castello della Zisa, testimonianza della multietnicità della Palermo medievale.

Per gli appassionati di filatelia, l’annullo primo giorno di emissione è disponibile presso l’ufficio postale di Palermo Centro. Il francobollo ed i prodotti filatelici correlati, cartoline, tessere e bollettino illustrativo, possono essere acquistati presso gli Uffici Postali con sportello filatelico, gli “Spazio Filatelia” di Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Roma 1, Torino, Trieste, Venezia, Verona e sul sito poste.it.
Per l’occasione è stato realizzato anche un folder in formato A4 a due ante contenente il francobollo, una cartolina annullata e affrancata e una busta personalizzata, al costo di 12€.

Orlando alla presentazione del francobollo di Palermo capitale italiana della cultura 2018
Orlando alla presentazione del francobollo di Palermo capitale italiana della cultura 2018

“Negli ultimi anni Palermo ha fatto della propria dimensione mediterranea un punto di forza e della cultura dell’accoglienza e del rispetto dei diritti, di tutti e di ciascuno, la propria visione.
Una capitale del Mediterraneo, continente liquido, di pace e di diritti umani. Palermo è la città che è più cambiata culturalmente in Europa negli ultimi 40 anni. Altre città (come Berlino, Mosca e Praga) sono cambiate, ma in seguito a modifiche costituzionali e a vicissitudini internazionali. Palermo è cambiata e continua a cambiare senza che l’impianto costituzionale o statale sia mutato. Un cambiamento culturale, di innovazione tecnologica e di stili di vita.
Il nostro cambiamento è stato prima di tutto culturale: ieri Capitale della mafia soffocante e oggi, grazie a una rivolta etica fatta di coraggio civile, Capitale della Cultura. Lavoriamo però affinché Palermo non sia soltanto Capitale della Cultura ma Capitale delle Culture, delle altre culture, non solo cultura artistica, e delle culture altre, provenienti cioè da tutte le parti del mondo, grazie ai migranti che hanno scelto di vivere a Palermo.
La nostra città oggi vive, nella dimensione quotidiana e domestica, le differenze come ricchezza e come opportunità. Qui – ed è la nostra scelta irreversibile –- non vi sono migranti, chi arriva a Palermo diventa palermitano. Palermo assume così sempre più il ruolo di modello, dove la cultura è intesa nel suo essere elemento caratterizzante di un popolo e del suo relazionarsi con gli altri popoli. La coesistenza è prassi e quotidianità, non più e non solo progetto. Qui l’unica razza riconosciuta è la razza umana. “Io sono persona” indica, con la Carta di Palermo, la proposta di riconoscimento della mobilità internazionale come diritto umano inviolabile.
Cos’è la cultura? Cultura è convivenza delle diversità. In questa ottica Palermo si pone come faro nel Mediterraneo. Un mosaico la cui cornice è il rispetto dei diritti umani di tutti e di ciascuno. L’accoglienza è cifra culturale della città, radicata e stratificata in essa.
Cos’è la bellezza? La bellezza è armonia di etica e di estetica. Palermo capitale di culture, capitale di bellezze”.

Leoluca Orlando, sindaco di Palermo

Stele della Zisa, AD 1149
Stele della Zisa, anno 1149, con iscrizioni in quattro lingue: latino, greco bizantino, arabo ed ebraico.
lettera a babbo natale

Poste Italiani ai bambini, ancora due giorni per scrivere a Babbo Natale e ricevere una sorpresa

Tutti i bambini che scriveranno la loro letterina riceveranno una sorpresa e l’invito a scaricare un app per giocare con disegni e lettere animate  Anche quest’anno torna la “Posta di Babbo Natale” la tradizionale iniziativa di Poste Italiane dedicata ai ...
Leggi Tutto
Sabrina Figuccia e Leoluca Orlando

Sabrina Figuccia: “Almaviva, il Comune di Palermo mantenga gli impegni con i lavoratori ex Lsu”

"Dopo la grande disponibilità a parole manifestata nella campagna elettorale delle amministrative del 2017, adesso il Comune si tira indietro" "Senza risposta l’appello lanciato da alcuni lavoratori ex Lsu che sono transitati in Almaviva e che adesso, grazie anche alle ...
Leggi Tutto
Rosario Mingoia

Mingoia eletto segretario generale in Uilca Unicredit Banca

Rosario Mingoia, giovane dirigente sindacale siciliano della Uilca, originario di Mussomeli (Cl), è stato eletto segretario generale della Uilca Unicredit Banca e segretario generale aggiunto del coordinamento in Unicredit Group, a conclusione dell'assemblea congressuale della Uilca, gruppo Unicredit, svoltasi a ...
Leggi Tutto
Comune di Palermo

Cisl su precari Comune di Palermo, stabilizzazione solo annunciata, nessuna certezza per i lavoratori

“In un contesto normativo e politico che favorisce finalmente l’uscita definitiva del precariato - affermano Lo Gelfo e Chiaramonte per la Cisl - si continua a rimandare la soluzione del problema”. “L’unica certezza è che l’amministrazione concederà la proroga a ...
Leggi Tutto