Forello a Orlando: “Hai finito la benzina, è tempo che tu vada”

Siamo di fronte ad un muro di gomma.

Tre mesi fa avevo inviato una diffida al Sindaco e ai revisori rilevando che il bilancio consuntivo 2017, così com’era stato elaborato dalla Giunta, non era approvabile.

Da altrettanto tempo denunciamo l’assenza di volontà politica dell’amministrazione di questa città di governare i processi di crisi diffusa, dai trasporti pubblici locali ai rifiuti, dall’equilibrio economico finanziario di comune e partecipate alla disorganizzazione degli uffici comunali e al precariato dei dipendenti.

Quante richieste, proposte, denunce e istanze buttate al vento e che, infrangendosi contro il muro di gomma orlandiano, sono tornate indietro.

È una fase dell’immobilismo elevato a modello di vita in cui lo sguardo di chi ci amministra volge sempre da un’altra parte.

Basta! Non ne possiamo più e per questo, non potendo ancora presentare un mozione di sfiducia (ci vogliono almeno 24 mesi), chiediamo al Sindaco Orlando di compiere tre conseguenziali atti: la modifica con urgenza del rendiconto, l’accertamento dell’esistenza di una situazione di deficitarietá strutturale del Comune e di rassegnare le sue dimissioni.

“Il suo percorso, caro Sindaco, è terminato, la benzina è finita da tempo, faccia questo gesto per l’amore e il bene della sua città”.