Per ricordare Mauro Rostagno, a trent’anni dalla sua morte per mano mafiosa, due eventi organizzati dal Sindacato e dall’Ordine dei Giornalisti di Sicilia

Due diversi eventi a settembre, il 25 a Trapani e il 26 a Palermo, in memoria di Mauro Rostagno, giornalista ucciso in un agguato mafioso 30 anni fa, il 26 settembre 1988, a poca distanza dalla Comunità Saman che aveva fondato a Lenzi di Valderice, in provincia di Trapani.

Nato a Torino, entrambi i genitori lavoravano alla Fiat. Mauro Rostagno è uno dei leader del Sessantotto, tra i fondatori di Lotta Continua, marxista non violento e contrario alla lotta armata, laureato in Sociologia, convertito alle discipline di risveglio spirituale apprese in India. Nel 1981 Rostagno torna in Italia e fonda una comunità terapeutica a Lenzi, vicino Trapani, dedicata anche al recupero dei tossicodipendenti. Come giornalista denuncia i rapporti tra mafia e politica locale e il suo impegno gli costa la vita.

Mauro Rostagno
Mario Rostagno, ucciso dalla mafia

Così il presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia, Giulio Francese: “L’hanno ucciso per le verità scomode che raccontava. Trent’anni dopo la sua morte, aspettando piena verità e giustizia, proviamo a ricordare il giornalista rivoluzionario che è stato, il suo coraggio e la sua passione civile e lo facciamo anche con uno spettacolo in cui è lui a raccontarsi e a farci capire: Mauro Rostagno, l’uomo vestito di bianco. Un Mauro Rostagno sorridente, coerente con i suoi ideali, una bella figura che vogliamo fare conoscere ai giovani e per questo l’evento è aperto anche alle scuole”.
Per il sindacato dei giornalisti, il presidente nazionale dell’Unci, Alessandro Galimberti, ricorda: “Mauro Rostagno è stato la testimonianza di come la passione civile non possa dirsi tale senza l’impegno civile. Scese nel profondo del Paese per affermare i valori di civiltà e giustizia in cui credeva, incurante dei pericoli e delle minacce che gli presero la vita”.
Il vice-presidente nazionale dell’Unci, Leone Zingales: “Rostagno ha avuto coraggio. Ha raccontato il malaffare, ha svelato i comitati d’affari e ha fatto i nomi e i cognomi dei “colletti bianchi” collusi con la mafia. Era onesto e trasparente e per questo lo hanno ucciso. A Palermo, al Giardino della Memoria, abbiamo piantato un albero a suo nome”.

Assostampa Trapani ha organizzato il seminario “L’omicidio Rostagno: giornalismo e memoria trent’anni dopo”, che si terrà martedì 25 settembre, alle ore 16,00 a Palazzo Ulivo, Cittadella della Salute, Viale della Provincia 7, Erice Casasanta.
All’evento, moderato da Vito Orlando, segretario provinciale Assostampa, interverranno Giulio Francese, presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia, Salvatore Mugno, giornalista e saggista, Michele Rallo, storico e saggista. Le conclusioni sono affidate ad Alessandra Camassa, magistrato, presidente del tribunale di Marsala.
Nel corso dell’evento Ornella Fulco leggerà alcuni brani di Mauro Rostagno.

A Palermo, mercoledì 26 settembre al Teatro Biondo si terrà il convegno “Mauro Rostagno 30 anni dopo. Un uomo, una storia, un giornalista rivoluzionario ucciso sulle strade della legalità”. L’evento, aperto a tutte le scuole, è organizzato dall’Ordine dei Giornalisti di Sicilia e dall’Unione nazionale cronisti e ha ottenuto il patrocinio del Comune di Palermo-Capitale italiana della Cultura 2018. Il convegno si aprirà alle 9,30 con i saluti del sindaco di Palermo, Leoluca Orlando e del presidente dell’Unci Sicilia, Andrea Tuttoilmondo.
Subito dopo interverranno la preside del liceo scientifico “Galileo Galilei” di Palermo, professoressa Rosa Maria Rizzo, e la regista Adriana Castellucci.
Seguirà l’opera teatrale “Mauro Rostagno, un uomo vestito di bianco”. Si tratta di una elaborazione drammaturgica a cura della regista Adriana Castellucci con la partecipazione dei ragazzi del liceo “Galilei” di Palermo.
Relatori del convegno saranno: il presidente nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, Carlo Verna, il giornalista Salvo Palazzolo; il presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia, Giulio Francese; il presidente dell’Assostampa siciliana, Alberto Cicero, e il presidente nazionale dell’Unci Alessandro Galimberti. Le conclusioni saranno affidate all’onorevole Claudio Fava, giornalista e presidente regionale della Commissione antimafia.
Moderatore: Leone Zingales, Vice-presidente nazionale dell’Unci.
Entrambi gli eventi in programma a Trapani e Palermo sono validi ai fini della Formazione professionale continua dei giornalisti, che dovranno iscriversi tramite la piattaforma SIGEF.

Sabrina Figuccia e Leoluca Orlando

Sabrina Figuccia: “Almaviva, il Comune di Palermo mantenga gli impegni con i lavoratori ex Lsu”

"Dopo la grande disponibilità a parole manifestata nella campagna elettorale delle amministrative del 2017, adesso il Comune si tira indietro" "Senza risposta l’appello lanciato da alcuni lavoratori ex Lsu che sono transitati in Almaviva e che adesso, grazie anche alle ...
Leggi Tutto
Rosario Mingoia

Mingoia eletto segretario generale in Uilca Unicredit Banca

Rosario Mingoia, giovane dirigente sindacale siciliano della Uilca, originario di Mussomeli (Cl), è stato eletto segretario generale della Uilca Unicredit Banca e segretario generale aggiunto del coordinamento in Unicredit Group, a conclusione dell'assemblea congressuale della Uilca, gruppo Unicredit, svoltasi a ...
Leggi Tutto
Comune di Palermo

Cisl su precari Comune di Palermo, stabilizzazione solo annunciata, nessuna certezza per i lavoratori

“In un contesto normativo e politico che favorisce finalmente l’uscita definitiva del precariato - affermano Lo Gelfo e Chiaramonte per la Cisl - si continua a rimandare la soluzione del problema”. “L’unica certezza è che l’amministrazione concederà la proroga a ...
Leggi Tutto
Marianna Caronia ed Ernesto Basile

Museo Basile e Liberty. ARS approva primi fondi per progettazione

Acquista concretezza l'idea di realizzare a Palermo un museo del Liberty e dell'opera di Ernesto Basile. Con un emendamento approvato questa notte dalla commissione bilancio su proposta di Marianna Caronia è stato infatti stanziata la somma di 45000 euro per ...
Leggi Tutto