Per ricordare Mauro Rostagno, a trent’anni dalla sua morte per mano mafiosa, due eventi organizzati dal Sindacato e dall’Ordine dei Giornalisti di Sicilia

Due diversi eventi a settembre, il 25 a Trapani e il 26 a Palermo, in memoria di Mauro Rostagno, giornalista ucciso in un agguato mafioso 30 anni fa, il 26 settembre 1988, a poca distanza dalla Comunità Saman che aveva fondato a Lenzi di Valderice, in provincia di Trapani.

Nato a Torino, entrambi i genitori lavoravano alla Fiat. Mauro Rostagno è uno dei leader del Sessantotto, tra i fondatori di Lotta Continua, marxista non violento e contrario alla lotta armata, laureato in Sociologia, convertito alle discipline di risveglio spirituale apprese in India. Nel 1981 Rostagno torna in Italia e fonda una comunità terapeutica a Lenzi, vicino Trapani, dedicata anche al recupero dei tossicodipendenti. Come giornalista denuncia i rapporti tra mafia e politica locale e il suo impegno gli costa la vita.

Mauro Rostagno
Mario Rostagno, ucciso dalla mafia

Così il presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia, Giulio Francese: “L’hanno ucciso per le verità scomode che raccontava. Trent’anni dopo la sua morte, aspettando piena verità e giustizia, proviamo a ricordare il giornalista rivoluzionario che è stato, il suo coraggio e la sua passione civile e lo facciamo anche con uno spettacolo in cui è lui a raccontarsi e a farci capire: Mauro Rostagno, l’uomo vestito di bianco. Un Mauro Rostagno sorridente, coerente con i suoi ideali, una bella figura che vogliamo fare conoscere ai giovani e per questo l’evento è aperto anche alle scuole”.
Per il sindacato dei giornalisti, il presidente nazionale dell’Unci, Alessandro Galimberti, ricorda: “Mauro Rostagno è stato la testimonianza di come la passione civile non possa dirsi tale senza l’impegno civile. Scese nel profondo del Paese per affermare i valori di civiltà e giustizia in cui credeva, incurante dei pericoli e delle minacce che gli presero la vita”.
Il vice-presidente nazionale dell’Unci, Leone Zingales: “Rostagno ha avuto coraggio. Ha raccontato il malaffare, ha svelato i comitati d’affari e ha fatto i nomi e i cognomi dei “colletti bianchi” collusi con la mafia. Era onesto e trasparente e per questo lo hanno ucciso. A Palermo, al Giardino della Memoria, abbiamo piantato un albero a suo nome”.

Assostampa Trapani ha organizzato il seminario “L’omicidio Rostagno: giornalismo e memoria trent’anni dopo”, che si terrà martedì 25 settembre, alle ore 16,00 a Palazzo Ulivo, Cittadella della Salute, Viale della Provincia 7, Erice Casasanta.
All’evento, moderato da Vito Orlando, segretario provinciale Assostampa, interverranno Giulio Francese, presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia, Salvatore Mugno, giornalista e saggista, Michele Rallo, storico e saggista. Le conclusioni sono affidate ad Alessandra Camassa, magistrato, presidente del tribunale di Marsala.
Nel corso dell’evento Ornella Fulco leggerà alcuni brani di Mauro Rostagno.

A Palermo, mercoledì 26 settembre al Teatro Biondo si terrà il convegno “Mauro Rostagno 30 anni dopo. Un uomo, una storia, un giornalista rivoluzionario ucciso sulle strade della legalità”. L’evento, aperto a tutte le scuole, è organizzato dall’Ordine dei Giornalisti di Sicilia e dall’Unione nazionale cronisti e ha ottenuto il patrocinio del Comune di Palermo-Capitale italiana della Cultura 2018. Il convegno si aprirà alle 9,30 con i saluti del sindaco di Palermo, Leoluca Orlando e del presidente dell’Unci Sicilia, Andrea Tuttoilmondo.
Subito dopo interverranno la preside del liceo scientifico “Galileo Galilei” di Palermo, professoressa Rosa Maria Rizzo, e la regista Adriana Castellucci.
Seguirà l’opera teatrale “Mauro Rostagno, un uomo vestito di bianco”. Si tratta di una elaborazione drammaturgica a cura della regista Adriana Castellucci con la partecipazione dei ragazzi del liceo “Galilei” di Palermo.
Relatori del convegno saranno: il presidente nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, Carlo Verna, il giornalista Salvo Palazzolo; il presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia, Giulio Francese; il presidente dell’Assostampa siciliana, Alberto Cicero, e il presidente nazionale dell’Unci Alessandro Galimberti. Le conclusioni saranno affidate all’onorevole Claudio Fava, giornalista e presidente regionale della Commissione antimafia.
Moderatore: Leone Zingales, Vice-presidente nazionale dell’Unci.
Entrambi gli eventi in programma a Trapani e Palermo sono validi ai fini della Formazione professionale continua dei giornalisti, che dovranno iscriversi tramite la piattaforma SIGEF.

A tinte forti, Parco delle Madonie

“Quattro donne”. A Villa Sgadari, Petralia Soprana, presentazione del libro di Carla Garofalo

Petralia Soprana - Nella favolosa settecentesca Villa Sgadari, sabato 20 ottobre 2018, alle 17.30, si presenterà il libro "Quattro donne” di Carla Garofalo, Qanat Edizioni ed arti visive. Converseranno con l'autrice, la giornalista Maria Giambruno e la scrittrice Mari Albanese ...
Leggi Tutto
Teatro del Fuoco Kids

Inizia Teatro del Fuoco Kids, lo spettacolo con il fuoco ed il corso di teatro per i bambini

Il Teatro del Fuoco Kids, nato come sezione del Teatro del Fuoco International Firedancing Festival, ha lo scopo di stimolare le emozioni del bambino, si realizza per il periodo di autunno ed inverno 2018/19 da Elementi Creativi di via Tommaso ...
Leggi Tutto
Festa dell'accoglienza alla scuola Antonio Ugo a Palermo

Cresce l’indignazione per le parole di odio e intolleranza verso la Festa dell’accoglienza a Palermo

Non si placano le polemiche sorte in queste ore a seguito dell’articolo sul quotidiano “La Verità”, diretto da Maurizio Belpietro, con cui Francesco Borgonovo esprime il suo particolare punto di vista sulla Festa dell’accoglienza organizzata dalla scuola Antonio Ugo di ...
Leggi Tutto
Il Museo del Carretto Siciliano - The Sicilian Cart Museum

Museo del carretto siciliano, entro il 2018 l’inaugurazione a Palazzo Valguarnera-Ganci

Nelle scuderie del prestigioso Palazzo Valguarnera-Ganci, noto al pubblico dei cinefili per la celebre scena del ballo ne “Il Gattopardo” di Luchino Visconti, verrà inaugurato a Palermo entro la fine del 2018 il Museo del carretto siciliano. Simbolo dell’iconografia folcloristica ...
Leggi Tutto