Depistaggio strage via D’Amelio. Dopo Fiammetta Borsellino, in Commissione Antimafia Ars sarà sentito Salvo Palazzolo

Continuano le audizioni della Commissione Antimafia regionale, presieduta da Claudio Fava, sul depistaggio sulla strage di via D’Amelio. Sentita il 18 luglio Fiammetta Borsellino, che da tempo chiede chiarezza sulla scomparsa dell’agenda rossa del padre, sulla mancata disposizione di misure protettive per il giudice ucciso insieme alla sua scorta, sul falso pentito Vincenzo Scarantino.

Sarà sentito il giornalista Salvo Palazzolo, ora indagato per avere pubblicato le notizie sull’inchiesta per il depistaggio sulla strage, ad opera di alcuni investigatori

La Commissione Antimafia dell’Assemblea Regionale Siciliana ha iniziato, come annunciato dopo l’audizione di Fiammetta Borsellino, la propria inchiesta sul depistaggio delle indagini sulla strage di via D’Amelio.
Per il Presidente Claudio Fava, è stata “utile e circostanziata la lunga ricostruzione sui fatti e sulle ombre di questi anni offerta dall’avvocato Rosalba Di Gregorio, che aveva difeso alcuni imputati ingiustamente accusati dal falso pentito Scarantino per la morte del giudice Borsellino.”
La Commissione ascolterà il giornalista di Repubblica Salvo Palazzolo “che – afferma Fava – su quel depistaggio ha scritto cronache, accurate e preziose e che oggi si trova a pagare il suo scrupolo di giornalista con una perquisizione che riteniamo un atto tardivo ed eccessivo”.

I poliziotti Fabrizio Mattei e Michele Ribaudo, accusati di essere fra i depistatori di Stato della strage Borsellino,…

Pubblicato da Salvo Palazzolo su Venerdì 14 settembre 2018