Volevo un gatto nero, ovvero i patti si rispettano…

Può una canzone dello Zecchino d’Oro trasformarsi in una operetta bonsai? Può l’accorato appello di una bambina a rispettare i patti diventare un’operina alla Roberto De Simone?

La storia dei nostri giorni ha per protagoniste Viviana&Serena, duo intrigante che interpreta alla sua maniera “Volevo un gatto nero”, la strepitosa canzoncina vincitrice morale dell’edizione del 1969 eseguita allora da Vincenza Pastorelli. Allora finì soltanto decima, ma come Vita spericolata di Vasco Rossi, ultimissima a Sanremo, mise il suo marchio indelebile in quella edizione che per tanti versi segnò il cambiamento del costume anche nella canzone italiana. Per la cronaca, allora vinse Tippy coniglietto hippy. Ma chi se la ricorda? Intanto Volevo un gatto nero diventa “Jatta nera”, un vero e proprio brano cult dei nostri anni.

'A jatta nera.#ebbanesis #lozecchinodoro ♥️

Pubblicato da Viviana&Serena su Venerdì 14 settembre 2018