Mineo (Forza Italia): “Orlando e l’Anci facciano sentire la loro voce nella vertenza dei precari della scuola”

Andrea Mineo
Andrea Mineo, consigliere Comune di Palermo

“La stabilizzazione dei collaboratori scolastici precari della scuola è un problema che non può più essere ignorato. Continuare a far vivere questi lavoratori senza dar loro una prospettiva per il futuro significa non avere rispetto per la loro dignità e anche ignorare il danno che si crea per il corretto funzionamento delle scuole. Le istituzioni locali e il Consiglio comunale stanno facendo la loro parte, ma è il momento di trovare la soluzione definitiva che passa obbligatoriamente da Roma”.

Andrea Mineo, consigliere di Forza Italia al Comune di Palermo si schiera a fianco dei precari del settore scuola e chiama direttamente in causa Leoluca Orlando, sindaco del capoluogo siciliano e presidente regionale di Anci (Associazione Nazionale Comuni d’Italia).

“Il Comune di Palermo deve intervenire – continua Mineo – ma soprattutto deve farsi sentire l’Anci, attraverso il suo presidente, visto che la vertenza interessa anche gli Enti Locali siciliani. È necessario instaurare un rapporto diretto con il Governo affinché si trovi una soluzione che consenta a tutti i lavoratori di potere aspirare all’inserimento in ruolo”.

Una precisazione essenziale perché lo stanziamento nazionale prevede la copertura finanziaria per 305 lavoratori lsu sui 350 totali. “Deve essere chiaro a tutti i livelli istituzionali che senza il personale adeguato si mette a rischio il corretto funzionamento delle scuole sotto il profilo igienico sanitario. Prendiamo atto dell’impegno dell’Ufficio scolastico regionale, riteniamo che Orlando e Anci Sicilia debbano sostenere la vertenza a livello nazionale con i ministeri dell’Economia e dell’Istruzione tutelando anche gli altri lavoratori del settore inseriti in graduatoria”.


Widget not in any sidebars