Effetto Salvini in Sicilia: Lega, politici migranti e un super poliziotto…

La Lega di Matteo Salvini in Sicilia non può più essere considerata un fenomeno di stampo elettorale.

Da sinistra, Ivan Gelarda e Stefano Candiani
Da sinistra, Ivan Gelarda e Stefano Candiani

A distanza di quasi un anno dalle Regionali di novembre 2017 che ne hanno battezzato la prima presenza all’interno delle istituzioni siciliane e dopo un semestre dalle Politiche che hanno sancito l’esistenza in vita dei lumbard nell’isola, si comincia a registrare un fenomeno che assume il contorno di una vero e proprio radicamento che poco a che fare con le opportunità elettorali.

Prendiamo i consigli comunali, dove la migrazione avviene secondo prassi, nella parte finale del mandato in direzione di quelle sponde che garantiscono candidatura se non rielezione. Basta ricordare cosa accadde a Palermo alla Rete di Leoluca Orlando alla fine degli anni ’90, con militanti che sembravano fidelizzati e che senza indugi trovarono riparo a destra quanto a sinistra pensando al loro futuro.

Ma stavolta è diverso. Per restare nel territorio del capoluogo siciliano, sotto la spinta del consigliere comunale di Palermo Igor Gelarda, il flusso migratorio ha assunto contorni di un certo rilievo. Il primo è stato proprio l’ex grillino, da sempre con radici conservatrici, che ha lasciato il gruppo consiliare in aperto dissenso con l’eterno rivale Ugo Forello, segnando un record significativo: è il primo leghista di Palazzo delle Aquile.

Poi sono arrivati i gradi, su espressa indicazione del senatore Stefano Candiani, il luogotenente di Salvini in Sicilia, che ha avuto la vista lunga perché il superpoliziotto Gelarda il consigliere comunale lo sa fare e il suo contagioso attivismo si dirama da est a ovest della provincia. Prima ha raddoppiato a Palermo trascinandosi Elio Ficarra (ex forzista eletto nei Coraggiosi di Ferrandelli), poi ha cominciato a guardarsi attorno trovando consenso in diversi Comuni dell’hinterland. E così, uno dopo l’altro, sono arrivati Paolo Corrao da Villabate (dove c’era già Rosaria Semilia), Giusto Lo Franco da Misilmeri, Vito Chiara e Anna Maniscalco da Campofiorito, Piero Giammalva da Chiusa Sclafani (e a Partinico c’era già Giuseppe Barbici). Voci sostengono che in lista d’attesa ci sono consiglieri ed esponenti della politica comunale provenienti da Monreale, Cerda, Bisacquino, Giuliana, Alia e Aliminusa.

“L’affetto e la fiducia che ci stanno accordando i cittadini – spiega Gelarda – è fortissimo, segno che il progetto della Lega non conosce confini perché parla di riscatto e qualificazione territoriale. Facendo tesoro di ciò che hanno fatto gli attivisti della Lega negli anni precedenti, vogliamo disegnare un futuro diverso per la Sicilia”.

Questi primi passi testimoniano un vero e proprio radicamento nel territorio, senza sospetti di opportunismo perché la prima tornata elettorale sarà quella di giugno prossimo quando si rinnoverà il Parlamento Europeo. E nessuno di questi “migranti” dovrebbe essere della partita.

Gelarda sa di giocarsi molto in questi mesi, l’ambizione è pari al dinamismo, il contesto è favorevole nonostante potrebbe sembrare un paradosso che, proprio in Sicilia, nel sud che più profondo non si può, attecchisca e prosperi un brand politico che ha la parola nord nel proprio dna.

A tinte forti, Parco delle Madonie

“Quattro donne”. A Villa Sgadari, Petralia Soprana, presentazione del libro di Carla Garofalo

Petralia Soprana - Nella favolosa settecentesca Villa Sgadari, sabato 20 ottobre 2018, alle 17.30, si presenterà il libro "Quattro donne” di Carla Garofalo, Qanat Edizioni ed arti visive. Converseranno con l'autrice, la giornalista Maria Giambruno e la scrittrice Mari Albanese ...
Leggi Tutto
Teatro del Fuoco Kids

Inizia Teatro del Fuoco Kids, lo spettacolo con il fuoco ed il corso di teatro per i bambini

Il Teatro del Fuoco Kids, nato come sezione del Teatro del Fuoco International Firedancing Festival, ha lo scopo di stimolare le emozioni del bambino, si realizza per il periodo di autunno ed inverno 2018/19 da Elementi Creativi di via Tommaso ...
Leggi Tutto
Festa dell'accoglienza alla scuola Antonio Ugo a Palermo

Cresce l’indignazione per le parole di odio e intolleranza verso la Festa dell’accoglienza a Palermo

Non si placano le polemiche sorte in queste ore a seguito dell’articolo sul quotidiano “La Verità”, diretto da Maurizio Belpietro, con cui Francesco Borgonovo esprime il suo particolare punto di vista sulla Festa dell’accoglienza organizzata dalla scuola Antonio Ugo di ...
Leggi Tutto
Il Museo del Carretto Siciliano - The Sicilian Cart Museum

Museo del carretto siciliano, entro il 2018 l’inaugurazione a Palazzo Valguarnera-Ganci

Nelle scuderie del prestigioso Palazzo Valguarnera-Ganci, noto al pubblico dei cinefili per la celebre scena del ballo ne “Il Gattopardo” di Luchino Visconti, verrà inaugurato a Palermo entro la fine del 2018 il Museo del carretto siciliano. Simbolo dell’iconografia folcloristica ...
Leggi Tutto