Palermo, con la Cremonese il miracolo della Santuzza

Tranquilli, sereni tifosi RosaNero: del domani v’è certezza.

Nostre fonti confidenziali ma attendibili, ci danno Mirko Carretta da Gallipoli, ventisettenne buona ala mestierante di campi di serie C (ci piace ancora chiamarla così) sui campi di mezza Puglia e con oltre 100 presenze al Matera, oggi cadetto in B alla cremonese, dopo un buono e sfortunato anno in quel di Terni, folgorato sulla traversa timbrata nella serata di ieri alla Favorita.
Il buon Mirko dopo il misfatto, condito da sessanta metri da record, ha confessato a doccia fatta di aver sentito alitare al momento del tiro, un soffio fioco, un rivolo di vento pacifico ma intenso, determinante tuttavia nell’esito finale.
E inoltre sullo sfondo una visione, laggiù in fondo, con Bellusci ansimante alle calcagna, chiara e ben viabile: una fanciulla dal viso virgineo, eburneo e dalle folte chiome, bellissima… Lei soffiava!
Seguiranno aggiornamenti.
Nelle more il buon Mirko da Gallipoli, ci conferma la stessa fonte, ha chiesto un permesso speciale alla società grigiorossa, per partecipare lunedì alla solenne acchianata: potenza della Santuzza vede e provvede, anche alle coronarie e ai nervi a fior di pelle del popolo rosanero.
Lei che tutto può!