Collegamenti marittimi a singhiozzo con isole minori. M5S: Le compagnie rispettino i termini del servizio

Interrogazione all’Ars della deputata Roberta Schillaci per chiarimenti in merito alle criticità dei collegamenti con le isole minori.

“Quanto sta accadendo in questi giorni nei porti siciliani, da dove i collegamenti marittimi con le nostre isole minori sono gestiti a singhiozzo, è inaccettabile. Lo è per i turisti che nel periodo estivo alimentano la nostra economia e lo è ancora più per i residenti che vedono venir meno il diritto a collegamenti con la terraferma efficienti e continui.
A cosa sono servite le audizioni con i sindaci delle isole minori e le aziende che garantiscono i collegamenti? Il Governo Regionale faccia rispettare gli impegni che le compagnie marittime hanno preso per assicurare il servizio”.
A dichiararlo è la deputata regionale del Movimento 5 Stelle Roberta Schillaci che, dopo aver incontrato i sindaci delle isole minori in questi giorni, ha depositato una interrogazione con la quale incalza il Governo Regionale a dare risposte sui collegamenti con le piccole isole siciliane.
“Dato che le audizioni in Ars non servono praticamente a nulla – spiega la deputata – si faccia in modo di restituire dignità al lavoro delle commissioni permanenti dell’Assemblea. Abbiamo accolto le istanze dei sindaci e degli abitanti di questi territori, ma la situazione dei collegamenti continua addirittura a peggiorare. Occorre intraprendere un modello di sviluppo improntato a una adeguata pianificazione strategica del turismo, dove i collegamenti sono un aspetto primario verso cui prestare la massima attenzione. Le Isole minori rappresentano un asset strategico per un’economia a forte vocazione turistica. Si dice che la Sicilia dovrebbe vivere di turismo, ma a parole. Abbiamo accolto le idee dei sindaci, che hanno anche suggerito soluzioni a costo zero. Se davvero dobbiamo vivere di turismo, si faccia subito qualcosa per risolvere il problema dei collegamenti e delle infrastrutture”- conclude Schillaci.