“Sono Ferran Adria, potrei avere il menù?”. Il genio iberico all’Ajamola

Immaginate per un momento questa scena: quattro ragazzini giocano a calcio in una villa e all’improvviso si presenta Cristiano Ronaldo a guardare come calciano. La stessa cosa è accaduto a Franco Virga, imprenditore della ristorazione a Palermo, l’anima di alcuni dei locali di maggiore tendenza del capoluogo siciliano. In una giornata come tante altre di questa incerta estate, all’improvviso si è presentato nei locali dell’Ajamola nientepopòdimenochè Ferran Adria.

Per i non addetti ai lavori è, appunto, l’equivalente di Cristiano Ronaldo per la ristorazione internazionale, il profeta della cucina molecolare, ma anche il geniale imprenditore di modelli alternativi rispetto ai classici “stellati”. Se vuoi accomodarti al suo ristorante in Spagna devi avere molta pazienza, diciamo non meno di un anno, perché bene che vada questo è il tempo della lista d’attesa.

Ferran Adria s’è fatto un vero e proprio tour in casa Virga: prima Ajamola, poi Bocum e infine il Gagini, l’ammiraglia di casa che aspira a conquistare la sua prima stella Michelin. Roba che al banco e in cucina ancora stentano a crederci.