Scuole Sicilia. Ad ottobre graduatoria lavori per messa in sicurezza Lagalla: “L’anno scolastico inizierà regolarmente”

Sicurezza nelle scuole, nessun ritardo sull’inizio delle lezioni nelle scuole siciliane, dopo che il Codacons e l’onorevole Vincenzo Figuccia hanno nelle ultime ore richiamato l’attenzione sullo stato di sicurezza negli edifici scolastici dell’Isola. Il tema, avvertito a livello nazionale, in Sicilia aveva già trovato immediato riscontro da parte del governo Musumeci che, nei sette mesi trascorsi dal suo insediamento, ha provveduto a finanziare gli enti locali per l’espletamento delle verifiche antisismiche e ha promosso un bando per la realizzazione di interventi di ristrutturazione e messa in sicurezza degli edifici scolastici che, già ad ottobre, vedrà definita la graduatoria delle opere immediatamente finanziabili, a valere sul piano triennale 2018-2020.

“Per quanto oggi possa essere tempestivo l’intervento dell’autorità regionale – spiega Roberto Lagalla, assessore all’istruzione e alla formazione professionale – sono evidenti i ritardi accumulati negli ultimi anni e purtroppo sono tali da non poter immaginare soluzioni miracolistiche, né tantomeno estemporanee”. Aggiunge: “E’ ovvio che le lezioni scolastiche dovranno essere avviate in una condizione di massima tutela della sicurezza degli studenti e, in questo ambito, è preponderante il ruolo degli enti territoriali, con i quali l’Amministrazione regionale continuerà a confrontarsi nei prossimi giorni. Da parte del governo regionale, non mancherà ulteriore disponibilità e continuità di interlocuzione anche con le istituzioni dello Stato preposte alla tutela della incolumità pubblica. L’intento del governo é, chiaramente, quello di garantire agli studenti siciliani e alle loro famiglie un sereno andamento dell’anno scolastico, che inizierà regolarmente il 12 settembre, come già previsto”.


Widget not in any sidebars