Il cordoglio per la scomparsa di Rita Borsellino. Orlando: “Ha trasformato la sua tragedia in impegno civile”

“Provo grandissimo dolore per la scomparsa di Rita Borsellino, che con la sua dolce determinazione ha combattuto tante battaglie non solo di legalità e civiltà nella nostra Isola e nel nostro Paese”. Leoluca Orlando rende così omaggio alla sorella del giudice Paolo Borsellino, scomparsa oggi a Palermo. “Rita ha saputo trasformare la tragedia e la violenza che hanno colpito la sua famiglia in impegno civile; un impegno – ha concluso il sindaco di Palermo – che ha contribuito a trasformare Palermo e che rimarrà scolpito nella storia di questa città”.
Sarà allestita da domattina nel bene confiscato alla mafia in via Bernini 52 ed assegnato dal Comune di Palermo al Centro Studi “Paolo Borsellino” la Camera Ardente per Rita Borsellino. Lo ha concordato il Sindaco con i familiari e con i responsabili del Centro, che ha anche disposto la presenza del Gonfalone della città.

“È stata un faro per chi ha scommesso nella trasformazione della Sicilia – affermano Giusto Catania, Barbara Evola, Marcello Susinno e Katia Orlando, consiglieri di Sinistra Comune a Palermo – . Un punto di riferimento per una generazione politica che ha puntato sulla trasformazione della Sicilia attraverso un costante impegno militante, nella società civile e nei partiti. Vogliamo ringraziare Rita per quello che ci ha insegnato e per quello che ha donato alla nostra terra”.

“Le siamo grati per ciò che ha rappresentato per la nostra città – si legge nel messaggio di cordoglio della Cisl Palermo Trapani – e siamo certi che in tanti porteranno avanti il ricordo del fratello Paolo, così come faceva lei parlando ai nostri giovani”.