Elezioni, i Comuni sciolti per infiltrazioni mafiose al voto il 21 ottobre

Andranno al voto il prossimo 21 ottobre i Comuni sciolti per infiltrazioni di tipo mafioso che sono attualmente commissariati. Lo ha stabilito con decreto il ministro dell’Interno Matteo Salvini. In Sicilia sono due i Comuni che dovranno effettuare il turno elettorale straordinario per l’elezione dei sindaci e del consiglio: si tratta di Corleone e Palazzo Adriano, entrambi in provincia di Palermo.

La norma prevede che nel caso in cui il commissariamento per infiltrazione e condizionamento di tipo mafioso dovesse scadere nel secondo semestre dell’anno, come nel caso di Corleone e Palazzo Adriano, le nuove elezioni si dovranno svolgere con un turno straordinario che dovrà essere effettuato tra il 15 ottobre e il 15 dicembre.

Elezioni quindi fissate per domenica 21 ottobre, con l’eventuale turno di ballottaggio che si effettuerà domenica 4 novembre.

Insieme ai due Comuni siciliani andranno alle urne anche Marano di Napoli (in provincia di Napoli), Rizziconi (Reggio Calabria), Tropea e Nicotera (Vibo Valentia).