Zamparini, la verità sulle dimissioni di Giammarva

Con questo pane non ne fa nessuno…” Mi licenzia così, sull’uscio del suo salone di via Lancia di Brolo, Nicola mio fido e trentennale barbiere, commentando le dimissioni del Presidente Giammarva; lui è interista: ognuno ha la sua croce… Incredibile la vita del tifoso RosaNero (o di quel che rimane) di questi tempi. Il campo,tra palloni lanciati ed sms galeotti, non è foriero di soddisfazioni, rimandate a tribunali sportivi altrettanto stitici. In più ci pensa il proprietario feudatario Maurizio Zamparini a mandare in fibrillazione l’ambiente ad ogni piè sospinto, anche quando sembra superarsi la buriana e vedere un orizzonte. Eh si l’arrivo del diesse Foschi e un mercato ancora in itinere avevano dato un minimo di barlume di strategia: vendere gli scontenti, fare cassa si ma costruire un Palermo ambizioso, giovane e volitivo. Di botto o quasi il caos. Si perché vero è che messianica è la lista di giocatori, tecnici e dirigenti che per dirla col Foscolo, non si sono correlati in amorosi sensi col patron, ma qui è diverso. Il dottor Giammarva da Palermo, chiamato mesi or sono al capezzale di un Palermo assediato dai magistrati e dalla procure, che con piglio a questi si era opposto avendone più volte la meglio, ora in punta di fioretto ora a colpi di sciabola, assurto poi al titolo di Presidente per lignaggio e meriti acquisiti sul campo, si dimette “per incomprensioni con altre componenti dirigenziali”. Non ce la beviamo, come non ci beviamo l’auspicato ritiro delle stesse. Chissà a quale magheggio non ha voluto sottostare o quale diktat non voluto avallare. La realtà è sempre la stessa con la mantide che se non mangia i pargoli li perde. E qui per strada,nella base del tifo dilaniata e divisa come guelfi e ghibellini d’un tempo, tra chi è salito su un triste ma perentorio aventino e chi, ammantandosi col mantello di colori e passione,strenuamente resiste pur turandosi il naso e guardando oltre, tra stupore e distinguo, si anela un briciolo di tranquillità, un ritorno d’entusiasmo che faccia ripartire tutto. Intanto pane non ne fa con nessuno.

Festa dell'accoglienza alla scuola Antonio Ugo a Palermo

Cresce l’indignazione per le parole di odio e intolleranza verso la Festa dell’accoglienza a Palermo

Non si placano le polemiche sorte in queste ore a seguito dell’articolo sul quotidiano “La Verità”, diretto da Maurizio Belpietro, con cui Francesco Borgonovo esprime il suo particolare punto di vista sulla Festa dell’accoglienza organizzata dalla scuola Antonio Ugo di ...
Leggi Tutto
Il Museo del Carretto Siciliano - The Sicilian Cart Museum

Museo del carretto siciliano, entro il 2018 l’inaugurazione a Palazzo Valguarnera-Ganci

Nelle scuderie del prestigioso Palazzo Valguarnera-Ganci, noto al pubblico dei cinefili per la celebre scena del ballo ne “Il Gattopardo” di Luchino Visconti, verrà inaugurato a Palermo entro la fine del 2018 il Museo del carretto siciliano. Simbolo dell’iconografia folcloristica ...
Leggi Tutto
Tutte le facce di Facebook

Tutte le facce di Facebook, un libro da condividere

Dopo la nascita di Facebook, niente è stato più come prima. E noi, come siamo sopravvissuti? Ce lo racconta Riccardo Lo Bue nel suo libro Tutte le facce di Facebook. Giovani e meno giovani, pensionati e studenti, uomini e donne: ...
Leggi Tutto
Carmelo Ferlito

Carmelo Ferlito, tre premi speciali al “Var Talent 18”

Il cantante catanese si è classificato al 4° posto al “VarTalent 18" Festival Canoro d'Italia (6 ottobre - Trento) ma si aggiudica ben tre premi speciali: migliore base, migliore interpretazione e migliore look Carmelo Ferlito, cantante e interprete originario di ...
Leggi Tutto