Istituito il Parco archeologico di Segesta. Il prossimo sarà quello di Pantelleria

Una priorità che la Giunta regionale aveva messo al primo posto, procedendo secondo una tabella di marcia che prevede l’istituzione di altri diciassette Parchi. Il prossimo sarà quello di Pantelleria

Istituito il Parco archeologico di Segesta, così come annunciato lo scorso luglio. L’ente avrà una sua autonomia scientifica e di ricerca, come anche gestionale, amministrativa e finanziaria. Una priorità che la Giunta regionale aveva messo al primo posto, procedendo secondo una tabella di marcia che prevede l’istituzione di altri diciassette Parchi, e che adesso trova una concretizzazione. Il prossimo sarà quello di Pantelleria, per il quale si sta lavorando a tappe forzate.

Dall’approvazione della legge regionale del 2000, che ha previsto i Parchi archeologici, nell’Isola ne erano stati istituiti solo tre: Agrigento, Naxos-Taormina e Selinunte-Cave di Cusa. In 18 anni, solamente a quello della Valle dei Templi erano stati applicati i criteri che lo rendono oggi realmente autonomo dal punto di vista finanziario, scientifico e gestionale, favorendo uno sviluppo straordinario rispetto alle altre strutture, con un consistente aumento dei visitatori (circa il 30% per ogni anno), tanto da ricevere quest’anno il Premio del paesaggio del Consiglio d’Europa.

Obiettivo è adesso la piena attuazione della legge: “La nuova gestione dei Beni culturali – dichiara il presidente della Regione Nello Musumeci – inizia da qui. Tre soli Parchi in diciotto anni rappresentano uno dei paradossi della nostra Regione, che non ha dato attuazione a una buona legge che in molti ci invidiano. Segesta, con il suo teatro e il suo tempio, è uno dei simboli della Sicilia nel mondo. Il patrimonio della nostra Isola merita di essere valorizzato e restituito ai siciliani. La piena attuazione della legge consentirà di rimetterci al passo con le più moderne forme di valorizzazione e gestione dei beni culturali”. E a proposito del successo conseguito con il Parco della Valle dei Templi, il governatore aggiunge: “È questo quindi il modello da seguire, una buona pratica che ha dato risultati eccellenti. Nel 2007 e nel 2013 sono stati istituiti formalmente anche i Parchi di Naxos e Selinunte, ma che in realtà non godono della piena autonomia. Assieme agli altri a breve avranno la stessa dignità”.

Grande soddisfazione per l’istituzione del Parco archeologico di Segesta da parte dell’assessore regionale ai Beni culturali, Sebastiano Tusa, che confessa: “Vincere questa sfida insieme al presidente Musumeci è lo stimolo per continuare il processo di cambiamento avviato. La Sicilia deve avere tutti i Parchi previsti e in breve tempo. È un impegno – conclude l’assessore – che sento di dovere onorare nella convinzione che la rinascita dei Beni culturali siciliani non può che passare per un sistema di gestione moderno e snello. La Sicilia e i siciliani lo meritano, dopo anni di gestione non all’altezza del valore storico culturale di siti straordinari per bellezze archeologiche e paesaggistiche”.


PARCHI ISTITUITI

1. Parco archeologico della Valle dei Templi
2. Parco archeologico di Naxos e Taormina
3. Parco archeologico di Selinunte e Cave di Cusa
4. Parco archeologico di Segesta

PARCHI IN VIA DI ISTITUZIONE

1. Parco archeologico di Pantelleria
2. Parco archeologico di Gela
3. Parco archeologico greco romano di Catania
4. Parco archeologico e paesaggistico della Valle dell’Aci
5. Parco archeologico di Morgantina
6. Parco archeologico della Villa romana del Casale
7. Parco archeologico delle Isole Eolie
8. Parco archeologico di Tindari
9. Parco archeologico di Himera
10. Parco archeologico di Monte Iato
11. Parco archeologico di Solunto
12. Parco archeologico di Kamarina
13. Parco archeologico di Cava D’Ispica
14. Parco archeologico di Lentini
15. Parco archeologico di Eloro e Villa del Tellaro
16. Parco archeologico di Siracusa
17. Parco archeologico di Lilibeo

Tonnara Bordonaro a Vergine Maria, Palermo

Borgata marinara di Vergine Maria. Questa sera elogio alla bellezza con “Le favole del mare” di Salvo Piparo

“Le favole del mare” di Salvo Piparo per celebrare Vergine Maria. Un elogio alla bellezza di una borgata marinara che giorno dopo giorno lotta per recuperare la propria identità. Un’identità legata al mare, alla pesca. Agli uomini del mare, ai ...
Leggi Tutto
L'ordine delle cose

Mafia liquida e il film “L’ordine delle cose”, concludono a Scicli “Libero Cinema in Libera Terra”

Obiettivo della rassegna itinerante è rispondere alla violenza mafiosa attraverso la visione di film capaci di stimolare il dialogo e il confronto Si conclude a Scicli (Ragusa), domenica 5 agosto, il viaggio di Libero Cinema in Libera Terra. L’ultima tappa ...
Leggi Tutto

Carini, il 9 agosto lo spettacolo Siciliani sotto le stelle con Stefano Piazza e Marcello Mandreucci

Aspettando che a San Lorenzo le stelle cadenti si facciano ambasciatrici dei nostri desideri, a Carini gli astri nascenti siciliani e le star affermate del territorio ci daranno un anticipo della notte più stellata dell'anno sul palco dell'Anfiateatro Villa Belvedere ...
Leggi Tutto

Vergine Maria e Arenella, partite le Miniolimpiadi

Beach volley, beach soccer, pallavolo e tanti altri sport per i più piccoli, ma anche burraco e bocce per gli anziani. Si chiamano miniolimpiadi ma si tratta di un'iniziativa aperta a tutti gli abitanti delle borgate marinare di Vergine Maria, ...
Leggi Tutto