Palermo, infermiera aggredita al Pronto Soccorso dell’ospedale Civico

Ancora un’aggressione al personale dell’ospedale Civico di Palermo. Dopo il caso dell’infermiere aggredito due volte dello scorso aprile, e quello dell’infermiere colpito con un pugno al volto lo scorso maggio, questa volta la vittima è stata un’infermiera del Pronto Soccorso, che è stata scaraventata a terra da una donna ricoverata con un sospetto trauma cranico, che le avrebbe rotto anche gli occhiali.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il marito della paziente avrebbe cerato di superare l’area del triage, pretendendo di stare al fianco della moglie nella sala visite, luogo che è stato vietato ai familiari proprio dopo le ripetute aggressioni a medici e personale dell’ospedale. Al diniego da parte dell’infermiera, la paziente sarebbe scesa dalla barella urlandole contro, per poi spingerla per terra.  Sul posto sono dovuti intervenire i Carabinieri, che hanno riportato la calma. Marito e moglie sono stati denunciati dai militari per lesioni e minacce a pubblico ufficiale.