Rifiuti, riapre dopo 5 anni la discarica di Enna. Musumeci: “Essenziale valvola di sfogo”

La discarica pubblica di Cozzo Vuturo, nel Comune di Enna, riapre dopo oltre cinque anni. Sarà gestita dalla società Aet

A distanza di oltre cinque anni dalla sua chiusura, riapre la discarica pubblica di Cozzo Vuturo nel Comune di Enna. A gestire l’impianto, che può trattare fino a 150 tonnellate di rifiuti al giorno, sarà la società Aet, formata da tutti i Comuni dell’Ennese. “Cozzo Vuturo – dichiara il Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, che ha firmato l’ordinanza che dispone la riapertura della discarica – rappresenta un’essenziale valvola di sfogo strategica in questo grave momento, che consentirà una migliore redistribuzione dei rifiuti nell’Isola con un’ottimizzazione del servizio”.

Il provvedimento, predisposto dall’assessorato regionale dell’Energia e dei servizi di pubblica utilità, consentirà agli enti locali della zona notevoli economie nei costi di trasporto, in quanto attualmente la discarica utilizzata è quella di Lentini, in provincia di Siracusa. Il successivo passo della strategia del governo regionale sarà l’apertura del nuovo impianto Tmb e della vasca B2, limitrofa a quella autorizzata.

Il Presidente della Regione, per verificare personalmente la situazione, aveva effettuato un sopralluogo nella discarica di Cozzo Vuturo nello scorso mese di aprile, assicurando celerità nello sblocco delle procedure autorizzative. Adesso la notizia della riapertura: “Voglio ringraziare – aggiunge in una nota Musumeci – l’assessore Alberto Pierobon, il dirigente generale Salvo Cocina e il presidente della Srr Armando Glorioso per la collaborazione e lo sforzo profuso per ricondurre a piena operatività le strutture dell’Ato di Enna”.


Foto di copertina: il Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, presso la discarica pubblica di Cozzo Vuturo