Rifiuti, Di Caro (M5S): “Cocina è assessore ombra di Musumeci”

Il deputato Ars esprime preoccupazione per il decreto regionale che obbliga Favara ed altri comuni dell’Agrigentino a conferire ad Alcamo dopo la chiusura della discarica di Lentini

Il deputato regionale del Movimento 5 Stelle, Giovanni Di Caro, punta il dito contro un decreto che obbliga Favara ed altri comuni dell’Agrigentino a conferire i rifiuti di Alcamo dopo la recente chiusura della discarica di Lentini. Ed esprime la sua preoccupazione e quella di M5S.

“Il governo Musumeci ha un assessore ombra che da funzionario pubblico assume posizioni politiche a suon di comunicati a sostegno dell’azione governativa. L’ordinanza dell’ingegner Cocina arreca danni ai comuni e alle tasche dei cittadini siciliani, in particolar modo ai cittadini favaresi. Il gruppo parlamentare del M5S all’ARS ha chiesto più volte al Governo Musumeci l’applicazione di un tariffario unico regionale per i costi di conferimento in discarica”.

Lo ha detto Di Caro parlando dell’emergenza rifiuti nell’Isola, che oggi sarà al centro di un incontro fra i parlamentari regionali del M5S Giampiero Trizzino e Giancarlo Cancelleri e il ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

“La mancanza di un tariffario unico regionale consente ai gestori delle discariche private si fare cartello e innalzare i costi all’infinito – aggiunge – Tutto questo mentre in Commissione ambiente il ddl rifiuti va a rilento: solo 8 articoli sono stati approvati su 30. Così facendo la Sicilia avrà una nuova legge sui rifiuti tra 6-7 anni”.

Gli fa eco il capogruppo del M5S al Comune di Favara, Carmelo Sanfratello: “Crea enormi preoccupazioni il contenuto del decreto emanato dal Dipartimento rifiuti che obbliga i comuni di Agrigento est e Agrigento ovest tra cui ricade anche il comune di Favara, a conferire i rifiuti solidi urbani indifferenziati all’impianto della società D’Angelo di Alcamo”.

Sanfratello ricorda anche che: “Dal 27 Luglio infatti il Comune di Favara conferisce i rifiuti indifferenziati nel comune di Alcamo, a seguito della chiusura della discarica di Siculiana, priva dell’impianto di trattamento meccanico biologico (TMB). Mentre, in un primo momento, il Comune conferiva i rifiuti indifferenziati a Lentini ad un costo di 94 euro più iva, adesso è costretto a pagare di più, e cioè 182 euro più iva per conferire la spazzatura ad Alcamo”.

Il capogruppo sottolinea: “Questa ordinanza rischia di far lievitare ulteriormente il costo della Tari, scaricando la responsabilità sui comuni, che sono costretti a conferire i rifiuti a distanze eccessive e costi esosi. Il sistema dei rifiuti in Sicilia va sicuramente cambiato poiché l’emergenza è diventata normalità. Il Presidente Musumeci dovrebbe imporre una tariffa unica a tutte le discariche autorizzate al ricevimento dei rifiuti indifferenziati in modo da non aggravare il costo sulle bollette dei cittadini”.

E continua: “Per ciò che riguarda il nostro Comune, la percentuale della differenziata si attesta intorno al 28% questo grazie all’ottimo lavoro svolto prima dall’ex assessore Attardo e adesso dall’assessore Bennica, grazie anche ad una campagna di sensibilizzazione che sembra dare i suoi frutti. Ancora non è sufficiente però per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissi, per questo a breve partirà anche la raccolta differenziata per le attività commerciali e la raccolta dell’umido, il nostro obiettivo deve essere quello di superare la percentuale del 70% di differenziata entro fine anno”.

Rosario Mingoia

Mingoia eletto segretario generale in Uilca Unicredit Banca

Rosario Mingoia, giovane dirigente sindacale siciliano della Uilca, originario di Mussomeli (Cl), è stato eletto segretario generale della Uilca Unicredit Banca e segretario generale aggiunto del coordinamento in Unicredit Group, a conclusione dell'assemblea congressuale della Uilca, gruppo Unicredit, svoltasi a ...
Leggi Tutto
Comune di Palermo

Cisl su precari Comune di Palermo, stabilizzazione solo annunciata, nessuna certezza per i lavoratori

“In un contesto normativo e politico che favorisce finalmente l’uscita definitiva del precariato - affermano Lo Gelfo e Chiaramonte per la Cisl - si continua a rimandare la soluzione del problema”. “L’unica certezza è che l’amministrazione concederà la proroga a ...
Leggi Tutto
Marianna Caronia ed Ernesto Basile

Museo Basile e Liberty. ARS approva primi fondi per progettazione

Acquista concretezza l'idea di realizzare a Palermo un museo del Liberty e dell'opera di Ernesto Basile. Con un emendamento approvato questa notte dalla commissione bilancio su proposta di Marianna Caronia è stato infatti stanziata la somma di 45000 euro per ...
Leggi Tutto
Gaetano Armao

Comuni in dissesto, Armao: “La Regione ha creato un Fondo di 20 milioni. Ora serve l’intervento dello Stato per evitare il default”

“La Regione Siciliana ha fatto e sta facendo la propria parte, con la creazione di un apposito Fondo che mobilita venti milioni di euro a favore dei Comuni in dissesto”. Lo ha detto il vicepresidente della Regione siciliana e assessore ...
Leggi Tutto