Palermo, buche e transenne sui marciapiedi sul Ponte Oreto, “Civilia” lancia petizione per chiederne il ripristino

Sono più di 150 le firme dei cittadini raccolte dall’associazione: “Nei giorni scorsi si è aperta una un’ulteriore voragine. È stata recintata ma inibisce il transito dei pedoni”

Una petizione per chiedere l’immediato ripristino di entrambi i marciapiedi del ponte Oreto a Palermo sul quale ci sono cinque punti transennati che mostrano vere e proprie voragini o dove i marmi sono stati divelti.

La raccolta firme è stata lanciata l’associazione Civilia, realtà a cui ha dato vita un gruppo di ragazzi di Palermo e provincia, il cui obiettivo è quello di sollecitare le amministrazioni a ripristinare e valorizzare gli spazi pubblici attraverso il coinvolgimento dei residenti e dei commercianti dei vari territori.

In particolar modo vogliamo concentrarci sulla città di Palermo – spiega il presidente, Francesco Ippolito – che da alcuni anni è sempre più città europea, meta turistica. Una metamorfosi culturale, quella che ha subito la nostra città, che siamo sicuri porterà sempre di più il capoluogo siciliano con le sue bellezze a essere protagonista della scena italiana. Ovviamente, non si può pensare di proiettarlo nel futuro senza occuparsi dell’ordinaria manutenzione. Non vogliamo essere critici nei confronti dell’amministrazione comunale, ma è nostro dovere rappresentare le problematiche urgenti da affrontare in maniera propositiva”.

In modo particolare, per quel che riguarda il ponte Oreto, va detto che la prima recinzione è di oltre 10 anni, mentre altre se ne sono aggiunte negli anni, realizzando nel tempo interventi tampone per esempio con pedane in alluminio.

“Ad aggravamento della situazione – aggiunge Lorenzo Catalano, tesoriere dell’associazione – nei giorni scorsi si è aperta un’ulteriore voragine. È stata recintata, ma inibisce il transito dei pedoni. Tra poco più di un mese riprenderà l’attività scolastica, quindi bisogna intervenire al più presto per impedire che i bambini siano costretti a camminare sul manto stradale. Un problema veramente sentito da chi abita la zona, tanto che sono più di 150 le firme raccolte durante una semplice passeggiata in via Oreto. Proprio dai cittadini è, infatti, giunta la richiesta di ritornare per coinvolgere altri residenti del quartiere. Andremo certamente avanti, ma chiediamo la collaborazione anche di chi non abita in questo quartiere. Chi vorrà partecipare alla sottoscrizione, potrà contattarci attraverso la nostra pagina Facebook Associazione Civilia”.

 

Giuliana Puma, premiata a Palazzo Mazzarino

“Il cavaliere e la morte” vince il concorso 100 libri per una scuola, premiata Giuliana Puma del liceo Garibaldi di Palermo

"100 libri per una scuola" è il concorso riservato agli studenti medi superiori delle città di "Panorama d’Italia", il tour organizzato dal settimanale Panorama di Mondadori sulle realtà imprenditoriali vincenti del territorio, per incontrare le persone e dialogare con loro ...
Leggi Tutto
A tinte forti, Parco delle Madonie

“Quattro donne”. A Villa Sgadari, Petralia Soprana, presentazione del libro di Carla Garofalo

Petralia Soprana - Nella favolosa settecentesca Villa Sgadari, sabato 20 ottobre 2018, alle 17.30, si presenterà il libro "Quattro donne” di Carla Garofalo, Qanat Edizioni ed arti visive. Converseranno con l'autrice, la giornalista Maria Giambruno e la scrittrice Mari Albanese ...
Leggi Tutto
Teatro del Fuoco Kids

Inizia Teatro del Fuoco Kids, lo spettacolo con il fuoco ed il corso di teatro per i bambini

Il Teatro del Fuoco Kids, nato come sezione del Teatro del Fuoco International Firedancing Festival, ha lo scopo di stimolare le emozioni del bambino, si realizza per il periodo di autunno ed inverno 2018/19 da Elementi Creativi di via Tommaso ...
Leggi Tutto
Festa dell'accoglienza alla scuola Antonio Ugo a Palermo

Cresce l’indignazione per le parole di odio e intolleranza verso la Festa dell’accoglienza a Palermo

Non si placano le polemiche sorte in queste ore a seguito dell’articolo sul quotidiano “La Verità”, diretto da Maurizio Belpietro, con cui Francesco Borgonovo esprime il suo particolare punto di vista sulla Festa dell’accoglienza organizzata dalla scuola Antonio Ugo di ...
Leggi Tutto