Scherma, Garozzo ed Avola protagonisti ai Mondiali in Cina, arriva il plauso di Nello Musumeci

Il presidente della Regione ai due fiorettisti: “Orgoglio di Sicilia”

La medaglia d’oro conquistata ieri dall’Italia del fioretto ai mondiali di scherma in Cina ha senza dubbio un forte accento siciliano con l’acese Daniele Garozzo ed il modicano Giorgio Avola protagonisti della nuova impresa azzurra assieme ad Andrea Cassarà e ad Alessio Foconi.

Grazie anche alle loro stoccate, infatti, la nazionale ha dominato la scena nella finale sugli Stati Uniti per 45-34 con stoccate finali di Garozzo. Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha salutato con orgoglio l’impresa dei fiorettisti isolani.

“Parla siciliano la medaglia d’oro a squadre nel fioretto maschile ai Mondiali di scherma in Cina. Due dei quattro componenti sono infatti Daniele Garozzo di Acireale e Giorgio Avola di Modica. Giungano ai due atleti, orgoglio di tutta l’Isola, i complimenti a nome della comunità siciliana per questo ennesimo successo che porta la Trinacria sul podio”.

Sulla pedana di Wuxi, il successo dei “moschettieri” è arrivato grazie ad affermazioni (tutte nette) sull’Australia agli ottavi di finale (45-34) sulla Polonia per 45-23 e poi, in semifinale sulla Corea del Sud per 45-30.
In finale, dopo un avvio equilibrato, gli assalti che hanno fatto rotto l’incertezza sono stati quelli di Foconi su Alexander Massialas che ha portato il parziale sul 27-21 e di Cassarà su Miles Chambley Watson, che ha portato al nuovo assalto le due squadre sul 40-31. Con un margine rassicurante, sono state decisive le stoccate di Garozzo (ancora su Massialas) per chiudere la “pratica” sul 45-34 ed esultare nuovamente.

Il nuovo successo che fa accrescere ulteriormente il palmares dei due siciliani. Garozzo, classe ‘92, campione olimpico a Rio de Janeiro 2016, ha centrato così il terzo Mondiale a squadre mentre a livello individuale il miglior risultato è stato un bronzo a Lipsia nel 2017. Sempre lo scorso anno ha vinto l’Europeo a Tbilisi che si è aggiunto agli argenti (sempre individuali) di quest’anno a Novi Sad ed a Montreux del 2015 mentre in squadra gli manca l’alloro continentale: due argenti (Novi Sad, quest’anno e Torun nel 2016) ed il bronzo a Tbilisi lo scorso anno.

Giorgio Avola, classe ’89, è stato campione olimpico a Londra 2012. Ai mondiali vanta un bronzo individuale centrato nell’edizione di Catania del 2011 e ben quattro titoli a squadre (Budabest 2013, Mosca 2015, Lipsia 2017 e, appunto Wuxi). Successi intervallati dal bronzo del 2014 di Kazan. Anche la bacheca europea è ricca di trofei: 1 oro individuale a Sheffield nel 2011, tre bronzi, tre titoli continentali a squadre consecutivi tra il 2010 ed il 2012 (Lipsia, Sheffield e Legnano),  oltre a tre argenti ed un bronzo sempre a squadre.