Politiche sociali, sindacati attaccano l’assessore Ippolito: “Interrotto confronto sul welfare”

“L’assessorato regionale della Famiglia, del Lavoro e delle Politiche sociali ha scelto di disattendere gli impegni assunti con il decreto 672 del 30 marzo 2015”: a dichiararlo sono le segreterie di Cgil, Cisl e Uil Sicilia congiuntamente alle sigle dei pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil Sicilia.

In una lettera inviata a Mariella Ippolito e al Dipartimento della Famiglia, i sindacati sottolineano come le linee guida per l’attuazione delle politiche sociali 2018 – 2019 in Sicilia, di fatto, abbiano determinato l’interruzione del confronto sui temi del welfare sociale, riaffermati in chiave costruttiva dall’assessorato proprio grazie al tavolo attivato in virtù del decreto di tre anni fa, finalizzato a ottimizzare gli interventi in materia di politiche sociali e le azioni socio – assistenziali a beneficio degli anziani e dei soggetti più deboli.

I sindacati preannunciano azioni di protesta nel caso di mancato di ripristino delle corrette relazioni sindacali.


Widget not in any sidebars