“Nemo”, ad Altavilla bene confiscato diventa Centro di educazione ambientale

Obiettivo di “Nemo” è valorizzare la straordinaria risorsa del mare, al fine di promuovere la cultura della legalità, il rispetto e la tutela dell’ambiente

Un bene confiscato alla mafia diventa un Centro di educazione ambientale: nasce ad Altavilla Milicia, in una stupenda villa sul mare affidata dal Comune al Consorzio Ulisse, “Nemo”. L’inaugurazione è prevista per martedì prossimo, 31 luglio, alle ore 10, presso il Centro culturale polivalente Cambio Rotta, in Contrada Due Torri 99.

“Nemo” è un progetto cofinanziato da Fondazione con il Sud, il cui obiettivo principale è valorizzare la straordinaria risorsa del mare, al fine di promuovere la cultura della legalità, il rispetto e la tutela dell’ambiente.

Durante l’inaugurazione verranno presentati, attraverso delle dimostrazioni pratiche, i tre ambiti sui cui si incentra il progetto: Nemo Spazi Visuali, che permette ai visitatori, con l’ausilio di visori e tecnologie di ultima generazione, di vedere, muoversi e agire in ambienti marini simulati dal computer come se si trattasse di ambienti reali; Nemo Dive, dedicato alla realizzazione di attività e corsi di diving, snorkeling, visite guidate in barca; Nemo Kids, uno spazio ludico, ricreativo ed educativo rivolto ai minori. Alla fine avrà luogo una degustazione di pietanze tipiche marinare locali, preparate dalla Scuola internazionale di cucina del Mediterraneo, che si trova proprio nei locali del Centro.