Lascia l’albergo e va a rapinare la farmacia di fronte: arrestato a Capaci

Poteva sembrare il più classico degli avvertimenti e invece, per fortuna, si è trattato della bravata di un balordo. Finisce con l’arresto di un uomo di una cinquantina di anni la più strana delle rapine di questa estate. Scenario il paese di Capaci, a pochi chilometri da Palermo, luogo da oltre un quarto di secolo identificato con la strage in cui ha perso la vita Giovanni Falcone, ma anche uno dei luoghi della movida estiva del comprensorio palermitano.

Poco dopo le ore 14, il rapinatore di cui non sono state fornite le generalità, ha forzato le porte automatiche – che in quell’orario si aprono soltanto a richiesta – della nuova Farmacia Kennedy, aperta da poco più di un mese proprio nel corso principale del paese, un presidio che assicura il servizio h24 per 365 giorni l’anno.

A volto scoperto e armato di bastone, si è impossessato dell’incasso ed è scappato senza curarsi dei sistemi di controllo. La sua fuga è durata pochi minuti. I Carabineri, accorsi sul posto, hanno controllato le immagini delle telecamere di sicurezza e sono andati a prelevare il rapinatore a pochi metri dal luogo della rapina, cioè nell’albergo di fronte alla farmacia. Si trattava, infatti, di un soggetto conosciuto alle forze dell’ordine che prontamente l’hanno tratto in stato di fermo.