Piano ospedaliero regionale, Fava: “Così non è nemmeno giudicabile”

Il deputato regionale Claudio Fava del Movimento “Centopassi”, commenta il Piano di riordino della rete ospedaliera la cui discussione si svolge in VI Commissione all’Ars: “Il piano di riordino della rete ospedaliera in Sicilia, così com’è presentato, non è nemmeno giudicabile. Rappresenta solo una parte di ciò che una seria e urgente riforma del sistema sanitario regionale pretende.”

“Serve che l’intero sistema previsto dalla legge 5 del 2009 veda la luce – afferma Fava – investendo su una sanità del territorio che aiuti a decongestionare le strutture ospedaliere e che dia, contemporaneamente, sicurezza a tutte le comunità locali. Siamo invece di fronte ad una proposta di entrata sulla ospedalizzazione e sulla distribuzione di posti letto nei reparti”.

Per Fava è infine una “imbarazzante caduta di stile e di verità provare a giustificare squilibri e carenze del sistema accusando non meglio specificati “migranti clandestini” di incidere “fortemente” sulle risorse della sanità regionale. Il segno dei tempi si legge anche nell’involuzione dei linguaggi…”