Palermo, Sinistra Comune: “A Orlando abbiamo chiesto di mettere in discussione otto assessorati”

Efficienza dei servizi e governo della città: questi i temi che Sinistra Comune ha voluto sottoporre all’attenzione del sindaco Leoluca Orlando: “L’amministrazione di una città – dichiarano da Sc – è un mezzo per ridurre le diseguaglianze sociali; per questa ragione l’impegno per il riconoscimento di pari diritti per tutti e tutte passa anche dall’efficienza dei servizi pubblici locali. Dai rifiuti alla mobilità urbana, dai servizi all’infanzia all’utilizzo delle risorse extracomunali: sono temi che devono diventare la vera sfida di una nuova giunta della città”.
“Ci deve essere completa sintonia tra l’azione politica sulle grandi scelte di campo, il diritto alla mobilità umana e più in generale i diritti civili, e la gestione amministrativa della città – dicono ancora da Sc –  Per questa ragione diventa sempre più urgente avviare il rilancio dell’azione di governo su cui, in quest’ultimo anno, registriamo evidenti criticità”.
Da qui la necessità, rappresentata da Sinistra Comune, di un confronto sul governo della città: “L’assemblea di Sinistra comune rinnova il mandato alla sua delegazione per continuare il confronto col sindaco affinché possa essere definito, nel più breve tempo possibile, un assetto complessivo di governo della città – si legge nella nota – Rimane l’obiettivo di ridefinire la missione della nuova giunta comunale che deve continuare il percorso di trasformazione urbana evitando che, dopo l’esperienza del sindaco Orlando, la città di Palermo possa essere consegnata in mano alle destre razziste e populiste”.
Rimpasto in vista? Sinistra comune respinge l’idea di volere spingere a una redistribuzione degli assessorati per mettere la bandierina su qualche poltrona, pur rivendicando il proprio diritto a partecipare attivamente al governo della città: “In nessuna sede Sinistra comune ha chiesto due assessorati, come riportato da alcuni organi di stampa – scrivono da Sc – Se la proposta di Sinistra Comune si vuole semplificare con un numero, allora abbiamo detto ad Orlando che pretendiamo di discutere su tutti gli otto assessorati, nel senso che vogliamo esercitare in modo completo ed esaustivo la nostra prerogativa di governo”.
“In attesa dei tempi di maturazione della proposta complessiva del Sindaco, su cui sarà chiamata l’assemblea di Sinistra comune ad assumere una decisione,  intendiamo continuare ad esercitare l’ iniziativa politica organizzando, subito dopo la pausa estiva, tre iniziative pubbliche su tematiche caratterizzanti il nostro programma: quale cultura dopo l’anno 2018; energie alternative e sviluppo locale; riqualificazione della costa sud”.