Palermo, cane rinchiuso in un’edicola liberato dalle guardie dell’Oipa

Viveva all’interno di un’edicola, in un piccolo spazio dal quale proveniva anche un cattivo odore per la presenza di feci e urine. Le guardie eco zoofile dell’Oipa (Organizzazione internazionale protezione animali), hanno liberato un cane rinchiuso in un’edicola a Palermo.

Secondo quanto scritto dalle stesse guardie nella loro pagina Facebook, a seguito di una segnalazione sono andate a verificare le condizioni dell’animale, trovandolo “detenuto” all’interno del negozio, tra giornali e riviste, con il cattivo odore delle feci che fuoriusciva dall’edicola.

Viste le pessime condizioni igieniche e sanitarie e gli spazi angusti in cui era costretto a vivere il cane, le guardie hanno provveduto a contattare i Carabinieri per richiedere assistenza nel rintracciare il titolare, il quale portato sul posto è stato sanzionato per mancata igiene e isolamento dell’animale.

Il cane, che era regolarmente iscritto all’anagrafe canina, è stato poi condotto nell’appartamento del proprietario dove le guardie effettueranno successivi sopralluoghi al fine di verificare che le prescrizioni intimate siano rispettate.

Lo scorso marzo le guardie dell’Oipa avevano salvato un cane rinchiuso in un balcone tra i suoi escrementi. L’associazione raccomanda sempre di inviare una mail a guardiepalermo@oipa.org quando ci si imbatte in un caso di maltrattamento di animali.

LE GUARDIE DELL’OIPA DI PALERMO LIBERANO UN CANE RINCHIUSO IN UN’EDICOLAA seguito di una segnalazione, le guardie…

Pubblicato da Guardie Eco Zoofile OIPA Palermo su Lunedì 23 luglio 2018