Movida, sanzioni per oltre 14.000 euro e tre denunce a Palermo

Gli uomini della polizia municipale hanno riscontrato le irregolarità dopo i controlli a piazza Monte di Pietà e piazza Sant’Euno in pieno centro storico

Nuovo colpo alla “movida irregolare” nel centro storico di Palermo. Oltre 14.000 euro di sanzioni e tre denunce ad altrettanti gestori di pub a piazza Monte di Pietà ed a piazza Sant’Euno. Sono questi i risultati dei controlli effettuati ieri notte dalla polizia municipale nel cuore della città.

I sopralluoghi, predisposti dal comandante Gabriele Marchese, rientrano nella programmazione finalizzata al contrasto dell’abusivismo e per garantire legalità nella somministrazione di alimenti e bevande, in particolare alcoliche.

A piazza Monte di Pietà entrambi i gestori delle due attività controllate sono stati segnalati all’autorità giudiziaria perché l’occupazione abusiva della piazza deturpava il sito di interesse storico. Uno dei due gestori è stato denunciato anche per non aver rispettato la misura di prevenzione dell’obbligo di dimora dalle 24 alle 7 prescritta dal tribunale.
Le sanzioni, per un totale di oltre 2.700 euro ciascuno, sono state comminate per la mancanza di autorizzazioni sanitarie per l’esterno, per l’occupazione abusiva del suolo pubblico e per la mancanza di tabelle alcolemiche e di alcol test, nonché di quelle indicanti gli orari di apertura e chiusura dei pub. Gli agenti hanno contestato anche l’installazione abusiva delle tende solari e degli impianti pubblicitari.

A piazza Sant’Euno, inoltre, il gestore del locale è stato denunciato per occupazione del suolo pubblico e sanzionato per oltre 8.600 euro.
Gli agenti hanno accertato la vendita di alcolici e superalcolici oltre l’orario consentito, alle 3.30 circa. Inoltre hanno contestato la mancanza di autorizzazioni sanitarie per l’esterno e per l’installazione dell’impianto pubblicitario e l’assenza dell’alcol test. Durante il controllo è intervenuta una pattuglia della guardia di finanza, su richiesta degli agenti che operavano sul posto, perché il registratore di cassa risultava manomesso. I finanzieri hanno proceduto alle contestazioni di competenza.

squalo torturato e ucciso

VIDEO – Inutile crudeltà contro uno squalo, la denuncia di Mareamico, Wwf e Marevivo

Qualche giorno fa, lo scorso 14 agosto, la stampa ha segnalato la presenza di uno squalo a pochi metri dalla riva presso una spiaggia di Sciacca in località Tonnara. Successivamente si è saputo che lo squalo era stato allontanato ed ...
Leggi Tutto
Mario Basile, Cisl FP

Cisl Fp su minacce sindaco San Giuseppe Jato: “Atto gravissimo, che fa tornare indietro a un brutto passato”

"Le minacce al sindaco di San Giuseppe Jato, Rosario Agostaro, rappresentano un atto gravissimo che riporta indietro a un brutto passato". Lo afferma Mario Basile, responsabile del dipartimento area contrattuale Funzioni locali della Cisl Fp Palermo Trapani, che esprime piena ...
Leggi Tutto
Piloni viadotto Morandi, Agrigento

Viadotto Morandi Akragas, sindaco di Agrigento convoca riunione su ipotesi demolizione

L’ipotesi di procedere alla demolizione del viadotto Akragas sulla strada statale che collega il capoluogo agrigentino con Porto Empedocle sarà discussa il prossimo 7 settembre in una riunione convocata dal sindaco di Agrigento Calogero Firetto. Il viadotto fu costruito su ...
Leggi Tutto
Rita Borsellino

Il cordoglio per la scomparsa di Rita Borsellino. Orlando: “Ha trasformato la sua tragedia in impegno civile”

“Provo grandissimo dolore per la scomparsa di Rita Borsellino, che con la sua dolce determinazione ha combattuto tante battaglie non solo di legalità e civiltà nella nostra Isola e nel nostro Paese”. Leoluca Orlando rende così omaggio alla sorella del ...
Leggi Tutto