Alcol test, Giudice di Pace annulla verbale: “Conducente non informato della possibilità di chiamare un avvocato”

Mettersi alla guida dopo aver bevuto è sempre sbagliato e rischioso, si possono mettere in pericolo la vita altrui e quella propria. Come è noto, la legge stabilisce i limiti entro cui è possibile mettersi alla guida dopo aver bevuto una quantità di alcol che non alteri in modo sostanziale l’attenzione dei conducenti. Anche quando si viene fermati dalle forze dell’ordine per la misurazione del tasso alcolemico, però, al guidatore sono riconosciuti dei diritti, tra i quali quello di avvalersi della presenza di un avvocato durante lo svolgimento dell’alcol test. Quando questa facoltà non viene resa nota al conducente della vettura, allora il verbale può essere annullato. Questo è, per esempio, quanto stabilito dal Giudice di Pace di Palermo che, la settimana scorsa, ha annullato un verbale e le sanzioni accessorie (sospensione della patente e decurtazione di dieci punti dalla stessa) a un uomo che era stato fermato dai carabinieri, a Palermo. Sottoposto all’alcol test per due volte nel giro di qualche minuto, il conducente aveva superato il limite di 0,50, arrivando a 0,79 (fino a 0,80 è prevista una sanzione amministrativa). L’uomo, però, non ha voluto darsi per vinto e si è rivolto all’avvocato Guido Romano.

Chi viene sottoposto all’alcol test deve essere informato della possibilità di avvalersi della presenza di un legale, che deve recarsi sul posto nel più breve tempo possibile – spiega il legale – Si tratta di un accertamento tecnico irripetibile, secondo quanto previsto dall’articolo 114 delle disposizioni attuative del codice penale, in questo caso si ha diritto alla presenza dell’avvocato”. Secondo questa specifica norma, infatti, ‘Nel procedere al compimento degli atti indicati nell’articolo 356 del codice, la polizia giudiziaria avverte la persona sottoposta alle indagini, se presente, che ha facoltà di farsi assistere dal difensore di fiducia‘. Il Giudice di Pace ha ritenuto che la mancata informazione al conducente abbia viziato la procedura, pertanto ha disposto l’annullamento del verbale e delle altre sanzioni.