La verità, nient’altro che la verità su Paolo Borsellino

Venticinque più uno. Dall’anno di grazia 2018 si dovrà contare in questa maniera che molto rievoca la formula onomastica di alcuni processi di mafia. La ricorrenza della strage di via D’Amelio, quello che nella visione del 1992 per molti ha rappresentato il punto più alto dell’aggressione della mafia allo Stato e che oggi, 9.490 giorni dopo, viene letta come la più infame opera di depistaggio di cui non si conoscono né mandanti, né movente.

Non mancano le supposizioni, ma l’unica certezza è che cercare lontano e al di fuori da Cosa Nostra non è più ipotesi del tutto azzardata. Si chiede a gran voce – e Fiammetta Borsellino non è l’unico megafono – di individuare i livelli di intervento per quello che entrerà di diritto quale uno dei più maldestri depistaggi della storia dell’Italia repubblicana che, bisogna ricordarlo, da questo punto di vista non s’è fatta mancare niente.

Da Piazza Fontana al disastro aereo di Ustica, dal crac del Banco Ambrosiano al treno Italicus, sino al caso Moro che contende alla strage Borsellino il primato della vergogna. Il denominatore comune? L’orribile sospetto che pezzi dello Stato abbiano potuto agevolare piste che hanno tenuto a distanza la verità.

Venticinque più uno, perché da quest’anno, dopo il secondo j’accuse di Fiammetta Borsellino e le mille contraddizioni investigative che galleggiano nella melma delle bugie, tornare indietro sarà impossibile. L’esilio della famiglia del giudice Paolo che starà rigorosamente alla larga da ogni manifestazione pubblica è il segnale del punto di non ritorno: senza giustizia il 19 luglio sarà soltanto san Arsenio, che mai dovrà essere ladro di verità.

lettera a babbo natale

Poste Italiani ai bambini, ancora due giorni per scrivere a Babbo Natale e ricevere una sorpresa

Tutti i bambini che scriveranno la loro letterina riceveranno una sorpresa e l’invito a scaricare un app per giocare con disegni e lettere animate  Anche quest’anno torna la “Posta di Babbo Natale” la tradizionale iniziativa di Poste Italiane dedicata ai ...
Leggi Tutto
Sabrina Figuccia e Leoluca Orlando

Sabrina Figuccia: “Almaviva, il Comune di Palermo mantenga gli impegni con i lavoratori ex Lsu”

"Dopo la grande disponibilità a parole manifestata nella campagna elettorale delle amministrative del 2017, adesso il Comune si tira indietro" "Senza risposta l’appello lanciato da alcuni lavoratori ex Lsu che sono transitati in Almaviva e che adesso, grazie anche alle ...
Leggi Tutto
Rosario Mingoia

Mingoia eletto segretario generale in Uilca Unicredit Banca

Rosario Mingoia, giovane dirigente sindacale siciliano della Uilca, originario di Mussomeli (Cl), è stato eletto segretario generale della Uilca Unicredit Banca e segretario generale aggiunto del coordinamento in Unicredit Group, a conclusione dell'assemblea congressuale della Uilca, gruppo Unicredit, svoltasi a ...
Leggi Tutto
Comune di Palermo

Cisl su precari Comune di Palermo, stabilizzazione solo annunciata, nessuna certezza per i lavoratori

“In un contesto normativo e politico che favorisce finalmente l’uscita definitiva del precariato - affermano Lo Gelfo e Chiaramonte per la Cisl - si continua a rimandare la soluzione del problema”. “L’unica certezza è che l’amministrazione concederà la proroga a ...
Leggi Tutto