Mafia, uccisa su ordine del padre perché adultera: condannati gli assassini di Lia Pipitone

Aveva una relazione extraconiugale che non voleva troncare e il padre ordinò il suo assassinio per punirla. Per l’omicidio di Lia Pipitone, avvenuto il 23 settembre del 1983, sono stati condannati a 30 anni di carcere, all’interdizione perpetua dai pubblici uffici e all’interdizione legale i boss Vincenzo Galatolo e Antonio Madonia. Al marito e ai due figli della vittima, costituiti parti civili, è stata riconosciuta una provvisionale di 20 mila euro ciascuno.

La condanna arriva dopo anni di depistaggi che hanno reso vane le indagini effettuate inizialmente. Lia Pipitone fu uccisa in una sparatoria seguita a una rapina, che in seguito si scoprirà essere stata una messa in scena proprio per depistare le indagini. Sono stati alcuni collaboratori di giustizia, anni dopo il delitto, a rivelare i veri colpevoli e il movente. Secondo la nuova ricostruzione dei fatti, a ordinare l’uccisione della donna fu il padre, il boss dell’Acquasanta Antonino Pipitone, perché la figlia aveva una relazione extraconiugale che non voleva troncare. Il boss finì inizialmente in prigione, poi fu assolto e scarcerato. Quando l’inchiesta fu riaperta lui era già morto. Condannati a 30 anni, invece, i due esecutori materiali del delitto.

Rosario Mingoia

Mingoia eletto segretario generale in Uilca Unicredit Banca

Rosario Mingoia, giovane dirigente sindacale siciliano della Uilca, originario di Mussomeli (Cl), è stato eletto segretario generale della Uilca Unicredit Banca e segretario generale aggiunto del coordinamento in Unicredit Group, a conclusione dell'assemblea congressuale della Uilca, gruppo Unicredit, svoltasi a ...
Leggi Tutto
Comune di Palermo

Cisl su precari Comune di Palermo, stabilizzazione solo annunciata, nessuna certezza per i lavoratori

“In un contesto normativo e politico che favorisce finalmente l’uscita definitiva del precariato - affermano Lo Gelfo e Chiaramonte per la Cisl - si continua a rimandare la soluzione del problema”. “L’unica certezza è che l’amministrazione concederà la proroga a ...
Leggi Tutto
Marianna Caronia ed Ernesto Basile

Museo Basile e Liberty. ARS approva primi fondi per progettazione

Acquista concretezza l'idea di realizzare a Palermo un museo del Liberty e dell'opera di Ernesto Basile. Con un emendamento approvato questa notte dalla commissione bilancio su proposta di Marianna Caronia è stato infatti stanziata la somma di 45000 euro per ...
Leggi Tutto
Gaetano Armao

Comuni in dissesto, Armao: “La Regione ha creato un Fondo di 20 milioni. Ora serve l’intervento dello Stato per evitare il default”

“La Regione Siciliana ha fatto e sta facendo la propria parte, con la creazione di un apposito Fondo che mobilita venti milioni di euro a favore dei Comuni in dissesto”. Lo ha detto il vicepresidente della Regione siciliana e assessore ...
Leggi Tutto