Palermo, ondata di caldo per il Festino: ecco il piano d’intervento predisposto dalla Protezione civile

Sarà un Festino all’insegna del caldo record quest’anno. Proprio nel giorno in cui i palermitani inneggeranno, come tradizione vuole, alla loro Santuzza, la Protezione civile regionale fa sapere che le temperature potranno raggiungere i 36 gradi: diramato un bollettino meteo per ondate di calore con livello 2, “Preallerta”, in una scala che va da 0 a 3.

Visto che i festeggiamenti della Santuzza vedranno diverse centinaia di migliaia di persone in strada (alcune postazioni verranno riservate ai disabili), in particolare nell’asse compreso fra la Cattedrale e Porta Felice e poi lungo il Foro Umberto I, la Protezione civile regionale, in collaborazione con quella comunale, con la Croce Rossa, le associazioni di volontariato e le forze dell’ordine, ha predisposto il seguente sistema di intervento: due punti medici avanzati si troverranno al Foro Italico, uno di fronte a Porta Felice e l’altro di fronte alla via Lincoln; 8 ambulanze, di cui sei con rianimatore e personale medico, saranno dislocate in diversi punti del percorso del corteo, fra la Cattedrale e il Foro Italico, avranno tutte specifiche “vie di fuga” nella eventualità dovessero recarsi in emergenza presso i più vicini ospedali o presso i punti medici avanzati; 60 soccorritori della Croce Rossa seguiranno, a piedi, il corteo. Per fronteggiare l’ondata di caldo, si invita a prendere visione anche del vademecum riportato sul sito del Ministero della Salute.

Intanto si verificano i primi incendi: la scorsa notte, le fiamme hanno invaso la zona tra Poggio Ridente e Boccadifalco, a Palermo, rendendo necessario l’intervento, oltre che dei Vigili del fuoco, pure di un canadair.

Piano intervento al Cassaro
Piano intervento al Foro Italico