La nave Diciotti è entrata nel porto di Trapani

La nave Diciotti della Guardia costiera con 67 migranti a bordo, soccorsi 4 giorni fa dal cargo Vos Thalassa, è entrata nel porto di Trapani. Non è stata ancora data l’autorizzazione allo sbarco. La Procura trapanese è in attesa, infatti, del rapporto della Squadra mobile della questura e della Sco della Polizia di Roma sulla presunta aggressione all’equipaggio del rimorchiatore da parte di alcuni migranti che ha fatto in modo che poi fossero trasbordati sulla Diciotti.

Gli investigatori hanno sentito i testimoni e stanno cercando di ricostruire l’intera vicenda per decidere i possibili provvedimenti cautelari da adottare. Impossessamento di nave, minacce e violenza,  sono i reati ipotizzati dalla squadra mobile della Questura e dallo Sco della Polizia di Roma nei confronti di due dei 67 migranti, commessi nei confronti del comandante e dell’equipaggio della Vos Thalassa dopo che avevano scoperto che la nave stava dirigendosi verso la Libia: sarebbero un ghanese e un sudanese. Si cerca di capire anche se tra i 67 migranti soccorsi ci siano gli scafisti. Intanto il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha dichiarato: “Io non voglio farmi prendere in giro. Finché non c’è chiarezza su quanto accaduto io non autorizzo nessuno a scendere dalla Diciotti. Se qualcuno lo fa al mio posto se ne assumerà la responsabilità”.


Immagine di repertorio della Guardia Costiera