“Nessuno tocchi Rosalia”, il 13 luglio in piazza a Palermo contro la violenza sulle donne

Un evento per ricordare le donne vittime di femminicidio e per sensibilizzare i cittadini su questo fenomeno così diffuso e i cui casi vengono, ancora troppo spesso, riportati dalla cronaca quotidiana. Questo vuole essere “Nessuno tocchi Rosalia – Palermo contro la violenza verso le donne”, la manifestazione organizzata da Coordinamento Antiviolenza 21 Luglio e Associazione Le Onde Onlus, anche per quest’anno in programma nel capoluogo siciliano: il prossimo 13 luglio, dalle ore 18, in piazza Politeama. Nel corso dell’evento, presente anche sui social con gli hashtag #NessunoTocchiRosalia#IoSostengoLeOnde, #ioticredo, verranno disegnate le sagome delle 114 vittime uccise nel 2017, in cui cittadini e cittadine sono invitati a depositare un fiore. Suonerà la Crispeace Band.

“La Convenzione di Istanbul contro la violenza alle donne (ratificata dall’Italia con la Legge 27 giugno 2013, n. 77), riconosce con profonda preoccupazione – si legge in una nota – che le donne e le ragazze sono spesso esposte a gravi forme di violenza, tra cui la violenza domestica, le molestie sessuali, lo stupro, il matrimonio forzato, che costituiscono una grave violazione dei diritti delle donne e delle ragazze e il principale ostacolo al raggiungimento della parità tra i sessi. La Convenzione afferma che le donne che soffrono violenze hanno diritto a servizi dedicati/specializzati e a servizi generali con personale formato e qualificato al fine di garantire misure di sostegno e di protezione adeguate alle tipologie di violenza che le donne e le ragazze hanno subito”.

Ed ecco l’origine del nome dell’evento: “Come Rosalia, secondo la leggenda popolare a cui l’iniziativa si riferisce, fu vittima di quelle pressioni all’interno della sua famiglia da cui è riuscita a sfuggire con l’eremitaggio, molte donne nella vita di tutti i giorni – si continua  a leggere – soffrono violenze. Le donne, italiane e straniere, muoiono principalmente per mano dei loro mariti, ex-mariti, padri, fratelli, fidanzati o amanti, sfruttatori per le ragazze vittime di tratta”.

“Anche quest’anno – continua la nota – vogliamo ricordarle e nello stesso tempo vogliamo dare seguito al movimento #metoo che ha attraversato il mondo rafforzando il principio che l’indicatore della violenza maschile verso le donne è ‘la parola della donna’: sosteniamo i centri antiviolenza, che da più di vent’anni sono i luoghi fondati dalle donne dove questa parola viene accolta, creduta e trasformata in un percorso di uscita dalla violenza. Succede che nonostante le donne chiedano aiuto ai servizi e alle istituzioni, non vengano credute. Operatori e operatrici dubitano della parola delle donne, si chiedono se non siano conniventi o addirittura provocatrici. Così – si conclude – proprio quelle donne che hanno la forza per riconoscere la violenza e chiedere sostegno subiscono nuovamente violenza, questa volta da chi dovrebbe aiutarle. Si chiama vittimizzazione secondaria, per questo #ioticredo“.

Festa dell'accoglienza alla scuola Antonio Ugo a Palermo

Cresce l’indignazione per le parole di odio e intolleranza verso la Festa dell’accoglienza a Palermo

Non si placano le polemiche sorte in queste ore a seguito dell’articolo sul quotidiano “La Verità”, diretto da Maurizio Belpietro, con cui Francesco Borgonovo esprime il suo particolare punto di vista sulla Festa dell’accoglienza organizzata dalla scuola Antonio Ugo di ...
Leggi Tutto
Il Museo del Carretto Siciliano - The Sicilian Cart Museum

Museo del carretto siciliano, entro il 2018 l’inaugurazione a Palazzo Valguarnera-Ganci

Nelle scuderie del prestigioso Palazzo Valguarnera-Ganci, noto al pubblico dei cinefili per la celebre scena del ballo ne “Il Gattopardo” di Luchino Visconti, verrà inaugurato a Palermo entro la fine del 2018 il Museo del carretto siciliano. Simbolo dell’iconografia folcloristica ...
Leggi Tutto
Tutte le facce di Facebook

Tutte le facce di Facebook, un libro da condividere

Dopo la nascita di Facebook, niente è stato più come prima. E noi, come siamo sopravvissuti? Ce lo racconta Riccardo Lo Bue nel suo libro Tutte le facce di Facebook. Giovani e meno giovani, pensionati e studenti, uomini e donne: ...
Leggi Tutto
Carmelo Ferlito

Carmelo Ferlito, tre premi speciali al “Var Talent 18”

Il cantante catanese si è classificato al 4° posto al “VarTalent 18" Festival Canoro d'Italia (6 ottobre - Trento) ma si aggiudica ben tre premi speciali: migliore base, migliore interpretazione e migliore look Carmelo Ferlito, cantante e interprete originario di ...
Leggi Tutto