Catania, buco da 10 milioni in una casa di cura: arresti legati alla massoneria

Su delega della procura di Catania diretta dal procuratore capo Carmelo Zuccaro, agenti della Dia di Catania supportato dai centri operativi di Palermo, Reggio Calabria, Caltanissetta, nonché dalla sezione operativa di Messina, sta eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di persone ritenute coinvolte nella distrazione di fondi regionali per la gestione di un Istituto di cura per anziani e disabili, provocando un buco di 10 milioni di euro.

In particolare, fa sapere la Dia, sono stati arrestati i “titolari della casa di cura” che sarebbero “legati alla massoneria e ad associazioni antimafia”. Devono rispondere di associazione a delinquere finalizzata alla distrazione di fondi.