Migranti, scontro tra Orlando e Salvini sui social. Il sindaco al ministro: “Attendo la querela”

È ancora scontro tra il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e il ministro dell’Interno Matteo Salvini. Dopo le divergenze emerse in occasione della proposta da parte del vicepremier di procedere con un censimento dei Rom e, ancora prima, con la decisione di chiudere i porti italiani alle navi impegnate nel salvataggio di migranti nel Mediterraneo, il tema della discordia è di nuovo quello dell’immigrazione e di come verrebbe gestito. E questa volta si è parlato anche di querela.

Dopo che il sindaco di Palermo, in merito alla circolare inviata ai prefetti e ai presidenti delle Commissioni per il riconoscimento della protezione internazionale, ha accusato Matteo Salvini di essere “sempre più ossessionato, a livelli ‘patologici’, dall’idea che l’Italia sia una realtà interculturale” e sempre più “indirizzato a tollerare se non addirittura ad agevolare nei fatti le cosche, la criminalità e quanti, nella presenza di cittadini migranti non regolari, vedono un’opportunità di arricchimento illecito”, il ministro ha annunciato su Twitter la sua voglia di querelare il primo cittadino. Non è tardata la replica di Orlando, che sempre sul social network ha fatto sapere: “Attendo la querela. Sarà un’occasione perché un giudice penale valuti la mia denuncia“.