Mafia, arrestato dalla Dia di Trapani imprenditore edile vicino a Messina Denaro

Arrestato per associazione mafiosa dalla Dia di Trapani, nell’ambito delle iniziative investigative condotte  per disarticolare la rete dei consociati mafiosi più vicini al boss latitante Matteo Messina Denaro, l’imprenditore edile Nicolò Clemente di 50 anni. Sequestrate, inoltre, le società Calcestruzzi Castelvetrano s.r.l. e Clemente Costruzioni s.r.l.

Le indagini che hanno portato al provvedimento del Gip sono state avviate in seguito alle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia Lorenzo Cimarosa e Giuseppe Grigoli, secondo cui Clemente sarebbe una delle più attive espressioni imprenditoriali del sodalizio, attivo nei settori dell’edilizia pubblica e privata e nel commercio del conglomerato bituminoso, per assicurare risorse finanziarie all’organizzazione mafiosa di Castelvetrano.