Chiusura Mosaicoon, la vicinanza di Diventerà Bellissima: “Politica ed imprenditoria sana lavorino insieme”

Domenico Bonanno

Dopo quasi 10 anni Mosaicoon, la startup palermitana tra le più note del mondo digitale italiano e ritenuta tra le aziende europee con il più alto potenziale di crescita, chiude i battenti. Così Domenico Bonanno, neo coordinatore dei giovani di #DiventeràBellissima, sulla chiusura dell’azienda fondata da Ugo Parodi Giusino: “Un fulmine a ciel sereno la chiusura di Mosaicoon. La prima start up interamente Made in Palermo, che ha avuto il merito di proiettare la nostra città nel mondo della digital economy. Pionieri, della cui esperienza bisogna far tesoro“.

“Al fondatore, ai suoi collaboratori e a tutti i lavoratori – aggiunge Bonanno – va il nostro ringraziamento e la nostra vicinanza, anche grazie a loro è cambiato il modo di fare impresa in Sicilia. Occorre sempre maggior sinergia tra pubblico e privato, affinchè realtà del genere siano tutelate e valorizzate. L’attività imprenditoriale, non sia più un’impresa eroica ma l’unica strada per creare lavoro e sviluppo. Ai tanti imprenditori siciliani, che scelgono la nostra terra nonostante le difficoltà, va il nostro grazie. Politica ed imprenditoria sana – conclude – lavorino insieme, con l’obiettivo di creare le condizioni per il rilancio dell’isola”.

Infine, l’annuncio: “Entro l’anno – dichiara Domenico Bonanno – daremo vita ad una convention aperta alle categorie produttive, alle istituzioni e alla politica per ragionare insieme sul futuro che ci attende e su cosa serve per far ripartire l’economia dell’isola, certi di trovare in Musumeci e nel suo governo, interlocutori seri ed attenti”.