Andrea Di Liberto: “E ora sogno l’oro Olimpico”

A soli 21 anni ha vinto la finale dei 200 metri nei Campionati Europei di canoa velocità under 23, ed è arrivato secondo alla Coppa del Mondo senior, dietro un’atleta russo. Andrea Di Liberto, atleta del Circolo canottieri Trinacria, sogna adesso di poter partecipare alle Olimpiadi. E di vincerle.

Eppure la sua storia sportiva non è stata affatto semplice. Dopo che la sua miglior amica, Gaia Bellavista, gli ha detto di provare la canoa per praticare sport in mare, è nata la passione per questo sport, ma c’è stato anche un momento in cui Andrea Di Liberto ha pensato di ritirarsi. “Ero il più scarso, vedevo che gli altri miglioravano mentre io non facevo passi avanti. Poi ci fu una gara di K1 in cui volevo partecipare ma non avevo i tempi, e litigai con i miei due allenatori, Christian e David Maniscalco“. Un litigio che fu da sprone per rilanciarsi. “Mi hanno fatto capire che per diventare il più forte bisogna sempre impegnarsi al massimo. Li ringrazio tanto per questo”.

Dal possibile ritiro alla vittoria dei Campionati Europei under 23: “È stata un’emozione bellissima, anche perché si disputavano in Italia e avevo amici e parte della famiglia lì a vedermi. Ringrazio anche mia madre e mio fratello, che sono rimasti a Palermo perché lui doveva affrontare gli esami di maturità. E i miei due allenatori di adesso, Girolamo Lo Monaco e Roberto Vasquez“.

Durante la garadi cui è possibile vedere il video – all’ultima boa, a circa 12 metri dall’arrivo, ho visto con la coda dell’occhio che ero avanti, e stavo già festeggiando. Sapevo che ero a una distanza non recuperabile dagli altri atleti”.

A breve ci saranno due appuntamenti importanti: il Mondiale under 23 a fine luglio e quello senior ad agosto. Due tappe fondamentali per raggiungere l’obiettivo che è il sogno di ogni atleta: le Olimpiadi. E per provare a vincerle.