Palermo, nuova aggressione al Cervello: contusioni per un addetto ufficio ticket

Nuovo episodio di aggressione all’ospedale Cervello. Venerdì scorso un impiegato dell’Azienda Villa Sofia-Cervello, R.T. di 46 anni, addetto all’ufficio ticket, è stato avvicinato e poi aggredito a pugni da una persona con indosso un casco da moto, che prima si era rivolto al dipendente con la frase “ora ti faccio vedere io se non si può fare”.

Il fatto è avvenuto davanti all’ufficio ticket, di fronte all’ingresso dell’edificio A. L’aggressione è stata interrotta dall’intervento di diverse persone e l’aggressore è così scappato con la sua moto. Il dipendente ha riportato alcune contusioni in testa, al collo e alla spalla, è stato refertato al Pronto soccorso del Cervello e ha sporto denuncia contro ignoti ai Carabinieri.

Alle fine dello scorso mese di maggio, un’altra aggressione è avvenuta sempre all’Ospedale Cervello: allora a essere colpiti da un utente furono un medico e una guardia giurata.