Abusivismo commerciale, controlli a Ballarò: sigilli a centro scommesse e negozio di alimenti

Controlli contro l’abusivismo commerciale a Palermo: sanzioni per circa 7 mila euro e un centro scommesse e un negozio per la vendita di alimenti sequestrati nel popoloso quartiere di Ballarò, dopo che Polizia di Stato, Guardia di finanza, Polizia municipale e personale dell’Azienda sanitaria provinciale hanno passato al setaccio numerosi esercizi commerciali.

In particolare, i sigilli sono scattati per un centro scommesse con insegna “scommettendo.it”, privo delle prescritte autorizzazioni e già sequestrato dalla Polizia lo scorso 15 maggio, che si trova in via Casa Professa. Sotto sequestro e sottoposto a chiusura per 5 giorni anche un esercizio di vendita di alimenti, per una serie di irregolarità sul regolamento che disciplina l’uso del suolo pubblico. Il titolare era già stato segnalato per analoga inadempienza, motivo per cui si è proceduto al sequestro.

Non solo. Durante i controlli effettuati a Ballarò, sono state elevate sanzioni amministrative del valore totale di 3 mila euro, perché non in regola sulle procedure di  autocontrollo sulla produzione degli alimenti (Hccp), al titolare di una panineria di via San Mercurio. Sanzionati per 500 euro ciascuno, per la mancata emissione dello scontrino fiscale, anche i gestori di altre quattro attività commerciali , due di abbigliamento, una di frutta e verdura e una rivendita alimentare.

Multa di 500 euro, infine, per il gestore di un locale adibito alla vendita di casalinghi, per la mancata rettifica dell’orario del registratore di cassa. Altri esercizi sottoposti alle verifiche delle forze dell’ordine sono risultati, invece, perfettamente in regola. Dalla Questura fanno sapere che i controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni.