Palermo, donna accoltellata: arrestata una 50enne per tentato omicidio

Ha aggredito una donna di 51 anni con un grosso coltello da cucina, colpendola alla fronte. I Carabinieri hanno arrestato Patrizia Iones, palermitana di 50 anni, per tentato omicidio aggravato dai futili motivi. Alla base dell’aggressione ci sarebbero motivi economici e passionali.

I Carabinieri giunti tempestivamente sul luogo, hanno sentito testimoni e passanti al fine di ricostruire l’esatta dinamica dei fatti.

L’aggressione è avvenuta in una taverna. I Carabinieri del pronto intervento hanno bloccato la donna proprio all’uscita dell’esercizio commerciale, dopo che in uno scatto d’ira, aveva colpito con un grosso coltello da cucina alla fronte la rivale, alla quale era legate da vecchi rancori di natura economica e passionale, presumibilmente anche la contesa dei propri mariti.

La vittima è stata trasportata e ricoverata all’ospedale Villa Sofia: ha riportato un trauma cranico con ferita da taglio alla regione frontale, giudicata dai sanitari guaribile in dieci giorni 10.

Secondo quanto ricostruito, l’aggressione poteva avere un più triste epilogo se la vittima, durante l’animata colluttazione, non avesse istintivamente portato indietro il capo, riuscendo così in parte a schivare il fendente.

Patrizia Iones, una volta bloccata dai Carabinieri, avrebbe confermato di volere volontariamente compiere l’insano gesto. Dopo le formalità di rito è stata trasferita nel proprio appartamento agli arresti domiciliari. In sede di udienza Gip si è riservato della definizione della vicenda, e la donna resta per adesso ai domiciliari in attesa di giudizio.