Cuntu e ricuntu, Madonie protagoniste nel Festival di Mario Incudine

La storia sociale, le lotte contadine, la cultura popolare delle Madonie rivivono attraverso il “cuntu“: la narrazione orale in una terra in cui i contadini la sera riunivano figli e nipoti attorno a un braciere per parlare dei fatti di vita quotidiana. Mira al recupero di questa tradizione il festival ideato dal cantautore Mario Incudine che unisce musica e racconto. Teatro della rassegna sarà il 25 agosto la borgata di Raffo, alle sorgenti del fiume Salso, a poco distanza dalla miniera di salgemma piu’ grande d’Europa. Il piccolo borgo, ancora abitato qualche centinaio di persone, e’ stato nell’immediato dopoguerra al centro delle lotte contadine culminate nel marzo 1948 con l’uccisione del capolega Epifanio Li Puma. Nel suo “Cuntu e ricuntu” Incudine unisce musica, tradizione, ambiente e lavoro nei campi con un evento che sara’ inserito nel programma della “Sagra del sale”.