I saldi in Sicilia: come evitare fregature al tempo degli smartphone (video)

È già tempo di saldi in tutta la Sicilia. Quest’anno, grazie al decreto dell’assessore regionale alle Attività Produttive, Mimmo Turano, si parte con qualche giorno d’anticipo. Domenica infatti comincerà la grande corsa agli acquisti scontati, l’appuntamento stagionale atteso dalla maggioranza delle famiglie siciliane e dall’intera comunità dei commercianti che puntano a rimettere a posto i bilanci.

Le previsioni, secondo le statistiche e le analisi di alcune associazioni di categoria, non sembrano delle più rosee, anche se il precedente del 2017 lascia qualche speranza. L’anno scorso si è di fatto invertito un trend negativo che durava da tre stagioni e specie nel settore dell’abbigliamento si sono registrate percentuali confortanti.

Una piccola guida per gli acquirenti: diffidate di sconti superiori alla metà del prezzo perché potrebbe trattarsi di merce delle precedenti stagioni, garantirsi sempre dell’eventualità di un cambio, verificare la reale differenza tra il costo originario e quello scontato, magari fotografando in anticipo l’oggetto desiderato. Cosa che, nell’epoca degli smartphone non è del tutto impossibile.